Auto di lusso e sussidi, a Napoli 16 mila no al Reddito di cittadinanza

di Daniela De Crescenzo

I più sfortunati sono quelli che hanno guadagnato nel 2017 e poi hanno smesso di incassare: non hanno avuto diritto al reddito di cittadinanza, proprio come quelli che hanno in banca più di seimila euro o immobili che valgono più di trentamila euro. Tutti insieme formano l'esercito dei sedicimila napoletani che si sono visti respingere la richiesta di sussidio. «Ma presto, sottolinea Roberto Bafundi, direttore della sede Inps di Napoli, qualcosa dovrebbe cambiare». È stata già stilata la bozza di un decreto che introduce l'Isee precompilato con l'opzione di considerare la situazione reddituale corrente. A quel punto anche chi si è visto restituire al mittente la domanda, avrà qualche speranza di ricevere l'accredito.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 26 Aprile 2019, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 26-04-2019 15:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP