Napoli, gli anziani diventano guide della storia: alla scoperta dei Tesori dell’area Nolana-Vesuviana

Martedì 29 Gennaio 2019
Altro che fuori dal “mondo del lavoro”: gli anziani diventano Guide della storia, alla scoperta dei Tesori dell’area Nolana-Vesuviana. L’Associazione per i diritti degli anziani (ADA) di Napoli e Campania, si mobilita, infatti, per il rientro dalla porta principale degli anziani nell'universo dell’utilità sociale e lo fa con un corso di formazione completamente gratuito per guide turistiche. Trentasei i partecipanti over -anta ma tra loro c’è anche una giovane under 30 per imparare a guidare, appunto, i soci ADA della Regione Campania ma anche di altre regioni d’Italia, tra le bellezze dell’area nolana-vesuviana.

Il corso, promosso con il patrocinio dei Comuni di Nola e Somma Vesuviana, in collaborazione con l’Agenzia Area Nolana, il Mibact Polo museale della Campania e il Museo Storico Archeologico di Nola, si articola in otto incontri (domani alle Basiliche Paleocristiane di Cimitile alle ore 15.30 il primo; sabato 13 aprile, alla Chiesa Santa Maria del Pozzo di Somma Vesuviana, l’ultimo) e ha l’obiettivo di realizzare un itinerario archeologico con visite guidate, preparando gli iscritti ad accogliere e accompagnare i turisti alla scoperta delle ricchezze dell’area, molte delle quali conservate nel Museo storico archeologico di Nola, rilasciando loro un attestato di frequenza.

L’idea è quella di dar vita ad un itinerario archeologico che faccia tappa alle Basiliche Paleocristiane di Cimitile, al Museo Storico Archeologico di Nola e alla Villa Augustea di Somma Vesuviana, passando per il centro storico di Nola, strettamente legato alla città di Cimitile, e per il Casamale di Somma Vesuviana. Un pacchetto turistico da suggerire per i fine settimana, un punto informazione che si occuperà della promozione, dell’accoglienza e dell’organizzazione, di itinerari meno noti a cui, eventualmente, abbinare anche visite agli scavi archeologici di Pompei. Un corso, in sostanza, che mette insieme anziani e giovani, attraverso la realizzazione di app tematiche a cura di studenti di un istituto scolastico locale che, più che mai, favorirà lo scambio intergenerazionale.

«Una delle cose necessarie per riafferrare il paese è la cultura - dichiara a proposito dell’avvio del corso Biagio Ciccone Presidente dell’ADA Napoli e Campania - la cultura è formazione e l’Ada intende sostenerla attraverso un progetto che intende rafforzare il binomio passato-presente. Pensiamo che il mondo migliore sia valorizzare la conoscenza della storia del nostro passato per far emergere quei valori antichi ma non vecchi necessari a qualunque società libera e democratica. I partecipanti al corso potranno diventare accompagnatori della storia e trasferire alle nuove generazioni i valori e l’insegnamento che la storia ci trasmette: noi dell’Ada siamo dell’opinione che è soprattutto la conoscenza del nostro passato che mette nelle condizioni di evitare errori e creare un futuro sempre migliore».
© RIPRODUZIONE RISERVATA