Maradona Junior Cup, l'iniziativa benefica
per ricordare Diego nei Quartieri Spagnoli

Martedì 23 Novembre 2021
Maradona Cup Junior nel quartiere Montesanto.

I bambini di Napoli, a un anno dalla sua scomparsa, ricordano lo scugnizzo di Villa Fiorito, il Barrilete Cosmico che portò in alto i sogni di questa città come nessun altro ha saputo fare prima e dopo di lui. Per ricordare il calciatore, il D10S del football, ma soprattutto l'uomo, diversamente fragile, vinto e invincibile, che nelle sue tante vite mai ha perso il suo spirito ribelle, l'insofferenza al potere, il legame sentimentale con le storie e le ragioni dei subalterni, campione del nostro sud e di tutti i sud del mondo. Non possono essere solo gigantesche operazioni commerciali a ricordare Diego, come la parata che si terrà in Arabia Saudita.

La Maradona Cup doveva tenersi nel suo stadio, davanti alla sua gente. In alternativa i bambini dei quartieri di Napoli organizzano la Maradona Cup Junior nel campo di calcio a cinque del parco sociale Ventaglieri, nel quartiere Montesanto. In quei Quartieri Spagnoli che mai l'hanno dimenticato! Giovedi 25 novembre dalle ore 17 si terrà un torneo commemorativo di calcio a cinque senza alcuno scopo di lucro, con venti squadre di bambini dai nove ai dodici anni. All'iniziativa parteciperanno anche la Scalzabanda, la banda musicale dei ragazzi di Montesanto, Daniele Sansone dei Foja e Stefano Gallucci, in arte SDU, che regalerà delle stampe artistiche di Maradona su vinili alle squadre vincitrici.

 

Questa iniziativa è anche una potente sollecitazione all'amministrazione comunale perchè finalmente renda accessibili le tante strutture cittadine per lo sport di base, i campi di calcio e di calciotto che allo stato continuano ad essere inagibili e chiuse. Il recupero del campo di calcetto del parco Ventaglieri è in tal senso un esempio che però è stato promosso e realizzato con un'iniziativa dal basso.

Lo Spartak San Gennaro è un'esperienza di calcio popolare completamente autofinanziata e volontaria che promuove i valori dell'amicizia e dell'antirazzismo e permette ad oltre ottanta ragazzini dei quartieri del centro di Napoli di fare sport gratuitamente, di prendere a calci un pallone per inseguire le traiettorie dei propri sogni. Perchè non è da un calcio di rigore che si giudica un giocatore...

Ultimo aggiornamento: 20:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA