Napoli, il campo Sgarrupato di Montesanto si trasforma in un'opera d'arte urbana

Sabato 23 Ottobre 2021 di Emma Onorato
Il nuovo campo Sgarrupato del parco sociale Ventaglieri

Torna a splendere il campo Sgarrupato del parco sociale Ventaglieri. Il campetto del quartiere Montesanto - che vestiva in uno stato di abbandono e degrado - finalmente appare sotto una nuova luce. Non è uno spazio da gioco comune, è una vera opera d'arte urbana firmata da Zeus40. L'artista locale ha scelto di portare in campo il patrono della città, San Gennaro, realizzando il mega murale direttamente sulla superficie destinata al gioco. «In una città come Napoli, dove il calcio è religione, abbiamo deciso di scegliere l'icona di San Gennaro. Stavolta non come santo, ma in veste di uomo che gioca a pallone con i bambini insieme all'immancabile Super Santos», dichiara Daniele Passero, presidente dell'associazione Bereshit che ha collaborato nella realizzazione dell'opera Il tesoro di San Gennaro.

L'idea di creare un binomio tra arte e sport fa parte del progetto di valorizzazione urbana nato dall'impegno di diverse associazioni che hanno beneficiato della donazione di Red Bull. L'obiettivo è di portare nuova luce e nuova vita a uno spazio destinato ai ragazzi del quartiere, ma non solo del quartiere, come precisa Luigi Volpe, vicepresidente della scuola di calcio popolare Spartak San Gennaro, che aggiunge: «I cancelli saranno sempre aperti a chiunque ne vorrà usufruire». 

Video

L'iniziativa ha uno sfondo sociale particolarmente incisivo per il territorio, e vedrà coinvolte le varie associazioni - che hanno preso parte al progetto - nella gestione delle attività che si concretizzeranno nei prossimi mesi. Durante la giornata inaugurale il campo Sgarrupato è stato da subito svezzato con la finale nazionale italiana del Red Bull Neymar Jr's Five: un torneo di calcio a 5, riservato ai ragazzi e alle ragazze tra i 16 e i 35 anni.

Ultimo aggiornamento: 24 Ottobre, 08:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA