Napoli City Half Marathon,
la carica dei settemila sul lungomare

Sabato 22 Febbraio 2020
Settemila atleti al via dei quali cinquemila uomini, duemila donne, millecinquecento stranieri e tremila da fuori regione. Napoli indossa il suo vestito più bello per la Napoli City Half Marathon, settima edizione di un appuntamento entrato ormai nel tessuto sociale della città. «Qualche anno fa eravamo in poche centinaia e il nome di Napoli nelle maratone mondiali era associato a qualcosa di negativo» dice Carlo Capalbo, presidente di Napoli Running e organizzatore dell'evento. «Oggi è una mezza maratona rispettata capace di creare un indotto economico per la città calcolato in quasi 3 milioni di euro nel 2019».

Cominciata ieri con l'apertura dello sport Expo che prevede un ricco programma di accompagnamento durante tutto il week-end dell'evento: interviste, seminari, conferenze ed animazione musicale per l'intera comunità di corridori italiani ed esteri, per famiglie, amici, giovani ed aziende. Oggi sarà la volta della Family Run&Friends. Via alle ore 11 da viale Kennedy. Due km dedicati alle famiglie con la collaborazione di Edenlandia e dell'associazione Sostenitori Ospedale Santobono Onlus. Sposando un obiettivo di ecosostenibilità, parte della quota di iscrizione, in collaborazione con Asìa, potrà essere pagata in bottiglie di plastica per dare così un valore al rifiuto e un insegnamento alle future generazioni. Dopo la Family Run lo spettacolo per i bambini continuerà all'interno dell'Edenlandia. La vicina pizzeria Fratelli Cafasso ha preparato una speciale Pizza Maratona al costo di 4,20 euro, celebrando così i 42 km della maratona.

Alla Family Runs&Friends parteciperanno le associazioni di Bagnoli, il Napoli Calcio Femminile e tanti amici della Napoli City Half Marathon. Mostra d'Oltremare che, nelle parole del presidente Minopoli e del consigliere De Sieno «diventerà sempre più casa dello sport al servizio del territorio». Domani la partenza alle ore 9 della settima Napoli City Half Marathon, 21 km da percorrere tutti d'un fiato a caccia del tempo record. Una lunga cavalcata che arriverà fino alle mura aragonesi per poi tornare verso il centro storico, attraversare piazza del Plebiscito e poi tornare indietro sul lungomare ed a Fuorigrotta. Obiettivo per i runner keniani chiudere sotto l'ora il che permetterà di far entrare Napoli nel gotha dell'elite mondiale. È la mezza maratona più green che ci sia. Oltre al pagamento in plastica e lattine, bicchieri riciclabili sui rinfreschi, auto e scooter elettrici sul percorso.

Nell'ambito della tre giorni si svolgerà il Trofeo Napoli ConCORRE per la legalità promosso dalla Guardia di Finanza, dall'Ordine dei Commercialisti e da Confesercenti al quale hanno aderito 27 istituzioni. Correndo con una maglietta nella quale è riprodotto l'articolo 53 della Costituzione, l'obiettivo è affermare il principio ideale di legalità economica che migliora le condizioni economiche e sociali di tutti. Tante le iniziative di solidarietà da Sport Senza Frontiere al Santobono per arrivare a La Casa di Matteo che si occupa di bambini abbandonati con gravi patologie.  Ultimo aggiornamento: 20:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA