Napoli, ecco i nuovi carri gru per rimuovere
i veicoli in sosta selvaggia

Venerdì 4 Giugno 2021 di Oscar De Simone
Napoli, ecco i nuovi carri gru per rimuovere i veicoli in sosta selvaggia

Saranno attivi da lunedì mattina i 10 nuovi carri gru utili alla rimozione, deposito e custodia dei veicoli che sostano in violazione alle norme del Codice della Strada. Una nuova flotta attiva in tutta la città che supporterà il lavoro degli uomini della polizia locale, nel contrasto all'illegalità ed alla “sosta selvaggia”. Dopo le numerose richieste degli autisti dei mezzi pubblici e dei portatori di handicap, bloccati dalle auto in seconda fila, il servizio di rimozione provvederà a rendere più fruibili le strade napoletane intervenendo su mezzi di trasporto come auto o scooter. 

«Questo è un segnale per tutti i cittadini – afferma l'assessore ai lavori pubblici con delega alla polizia locale Alessandra Clemente – ma sopratutto per i disabili ed i più fragili. Siamo molto soddisfatti perchè questo è un piano di potenziamento voluto da tutti e che migliorerà la nostra vivibilità e viabilità. Abbiamo chiesto ai carri gru di lavorare sulle linee del trasporto pubblico proprio per evitare la doppia fila che troppo spesso, impedisce il corretto deflusso dei cittadini che usufruiscono dei bus».

Video

 Un servizio di rimozione quindi che dovrà rendere anche più agevole il passaggio e la sosta degli autobus cittadini. Ma non basta. Su ognuna di queste nuove vetture infatti, saranno presenti dei defibrillatori utili alla sicurezza degli operatori e dei cittadini. «Questo è un segnale importante – dichiara l'assessore al trasporto pubblico ed alla mobilità Marco Gaudini – e troppo spesso sottovalutato. Il defibrillatore è necessario per la tutela della nostra salute ed è un elemento di cui siamo veramente fieri. Inoltre riteniamo fondamentali le nuove direttive che si daranno rispetto alla problematica della sosta selvaggia. Bisogna tutelare le fragilità ed i lavoratori che provvedono a rendere Napoli una città sempre viva ed in movimento. Le doppie file dovranno diventare un brutto e lontano ricordo».

Ultimo aggiornamento: 14:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche