Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli, cordolo per separare la corsia del tram: 20 km orari sul corso san Giovanni

Lunedì 14 Febbraio 2022 di Alessandro Bottone
Napoli, cordolo per separare la corsia del tram: 20 km orari sul corso san Giovanni

Nuovo piano traffico per corso San Giovanni a Teduccio, l'importante arteria che mette in collegamento la periferia orientale con il centro di Napoli e i Comuni della zona vesuviana. Dal 15 febbraio e per tutto il mese di marzo il cantiere dei lavori di riqualificazione urbanistica e ambientale dell'asse costiero insisterà, in particolare, sul tratto a ridosso del via Ponte dei Francesi.

Da diversi mesi si opera per la il miglioramento del sistema fognario del quartiere San Giovanni a Teduccio. Da domani si lavorerà per realizzare il cordolo che, secondo il progetto approvato, separerà la corsia riservata al passaggio dei tram da quella destinata al transito veicolare promiscuo. Lo spartitraffico, in prosecuzione di quello già presente su via Ponte dei Francesi, sarà interrotto soltanto in corrispondenza dei passi carrai dei fabbricati privati. Di trenta centimetri di larghezza, il cordolo si amplia in corrispondenza della fermata prevista nell'incrocio del corso con via Ferrante Imparato.

In una apposita riunione presso gli uffici di palazzo san Giacomo è stato deciso il dispositivo di traffico: l’incontro ha coinvolto l'assessorato alle infrastrutture e alla mobilità, la polizia municipale, i servizi comunali competenti, l'azienda di trasporto pubblico Anm e i referenti dell'impresa. Dunque, per un mese e mezzo si regola diversamente il traffico sul tratto di corso San Giovanni compreso tra i civici 45 e 113, ovvero dalla sede della Croce Rossa Italiana fino all'incrocio con vico Catari circa. Innanzitutto si sospende il divieto di transito veicolare sul lato destro della carreggiata in direzione verso Napoli Centro, ovvero quello interessato dalla presenza dei binari del tram e delle linee aeree che alimentano i mezzi pubblici. Inoltre, il tratto di strada non interessato dai lavori viene diviso in due corsie separate dalla doppia linea continua così da distinguere i sensi di marcia. 

 

Gli autisti dovranno procedere a venti chilometri orari. Saranno vietati il sorpasso, la sosta (con rimozione coatta) e la fermata su ambo i lati della carreggiata. Altresì, l'ordinanza del Servizio Viabilità e traffico del Comune di Napoli introduce il divieto di transito pedonale a ridosso della recinzione di cantiere così da evitare pericoli alle persone. La segnaletica sarà installata dall'impresa che sta eseguendo i lavori. La polizia municipale vigilerà lungo il tratto per evitare disagi a veicoli e pedoni.

Ordinariamente corso San Giovanni è interessato dal passaggio di migliaia di veicoli, anche mezzi pesanti. La strada - sulla quale insistono numerosi esercizi commerciali e centinaia di abitazioni - è spesso interessata dalla sosta selvaggia con veicoli che invadono la carreggiata per diversi metri.

Ultimo aggiornamento: 19:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA