Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli Est, corsi di nuoto gratis per i bambini: in piscina per imparare a diventare grandi

Sabato 6 Novembre 2021 di Alessandro Bottone
Napoli Est, corsi di nuoto gratis per i bambini: in piscina per imparare a diventare grandi

Corsi di nuoto e pallanuoto gratuiti a favore dei giovanissimi della zona orientale di Napoli. Alla presenza del sindaco, Gaetano Manfredi, e dall'assessore alle politiche sociali, Luca Trapanese, questa mattina è stato presentato il progetto ‘Figli, Famiglia e Piscina’ messo in campo dalla onlus Figli in Famiglia di San Giovanni a Teduccio e dall'associazione sportiva dilettantistica Prota Giurleo Ischia Sport.

Le due realtà associative lavoreranno in sinergia per coinvolgere i giovanissimi in un percorso sportivo e formativo. Già ospitati, prima dei mesi della pandemia, nella piscina di via Ulisse Prota Giurleo a Ponticelli - chiusa da un anno e mezzo in attesa di interventi di riqualificazione - i giovani coinvolti nel progetto sono attualmente accolti nella piscina del Centro Ester a Barra. I trenta bambini, dai 6 ai 10 anni, non hanno mai avuto prima contatto con acqua e cloro e stanno muovendo le prime bracciate proprio grazie a questa iniziativa. Durante i corsi sono seguiti dai tecnici e dagli istruttori della Prota Giurleo Ischia Sport i cui soci, sostenuti da alcuni sponsor, si fanno carico dei costi per il fitto degli spazi acqua e delle altre spese. L'asd, presieduta da Raffaele D'Angiolella, è nata tre anni fa tra le corsie dell’impianto comunale di Ponticelli proprio per offrire opportunità di crescita attraverso lo sport ai tanti giovani le cui famiglie vivono particolari difficoltà economiche, e non solo.

Il progetto presentato oggi si aggiunge a quelli già messi in campo dalla onlus Figli in Famiglia, la storica associazione di San Giovanni a Teduccio guidata da Carmela Manco che ha trasformato un ex capannone industriale di via Ferrante Imparato in un’oasi dove si svolgono attività educative e ludico-creative: dal doposcuola ai laboratori artistici. Questa volta sarà lo sport ad aiutare i bambini a uscire da certe logiche e situazioni e per offrire loro una opportunità di sana crescita: Carmela Manco ha ben chiaro l'obiettivo del percorso avviato da pochi giorni che permetterà ai giovanissimi di essere educati alle regole e alla logica di squadra.

Prima ancora che formare piccoli campioni del nuoto e della pallanuoto, Carmela Manco pensa sia essenziale formali come persone mature che si relazionano e che sappiano consapevolmente costruirsi opportunità che li tengono lontani dalle logiche camorristiche che mettono in ginocchio alcuni angoli della periferia orientale di Napoli, e non solo. Femmine e maschi, di varie etnie e residenti nei tre quartieri Barra, Ponticelli e San Giovanni a Teduccio: nella vasca e nello sport si annullano le diversità in segno dell'integrazione e della condivisione. Una opportunità che le due realtà vogliono estendere anche ad altri minori della periferia che gratuitamente saranno accompagnati nei corsi di nuoto e pallanuoto.

Particolare entusiasmo anche per Vincenzo Palmentieri, vicepresidente della asd Prota Giurleo Ischia Sport, che questa mattina ha presentato le prime attività svolte dai piccoli atleti che hanno preso confidenza con l’acqua. Palmentieri - primo tecnico del campione di pallanuoto Alessandro Velotto e coach di altri campioni del Circolo Canottieri Napoli - insiste sulla necessità di avere spazi in cui portare avanti il progetto. Nelle ultime ore si è aperta la possibilità di utilizzare anche la vasca della piscina militare Albricci nel quartiere Arenaccia: sarebbe una ulteriore possibilità per l’associazione per potrebbe accogliere altri atleti in attesa della riapertura delle piscine comunali di Ponticelli e Barra. Un appello in tal senso è arrivato dai soci della asd intervenuti nel corso della presentazione del progetto rivolgendosi al sindaco e agli amministratori locali.

Questa mattina, oltre al sindaco, negli spazi di Carmela Manco erano presenti il Questore di Napoli, Alessandro Giuliano, e il Prefetto uscente, Marco Valentini, insieme a diversi rappresentanti delle forze dell’ordine. C’erano anche il senatore Vincenzo Presutto e il neo-presidente della VI municipalità del Comune di Napoli, Sandro Fucito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA