Napoli Est, donati pc, stampante e rastrelliera alla biblioteca di Ponticelli

Mercoledì 30 Giugno 2021 di Alessandro Bottone
Napoli Est, donati pc, stampante e rastrelliera alla biblioteca di Ponticelli

Un computer, una stampante, un armadietto di sicurezza e una rastrelliera per biciclette sono stati donati dal Rotaract Club Napoli Est alla biblioteca di Ponticelli ‘Grazia Deledda’, bene comunale riqualificato e rianimato grazie a ‘SocializziAmo in biblioteca’, un progetto di rigenerazione portato avanti da tre realtà associative della zona orientale di Napoli.

La donazione è stata consegnata oggi da Lorenzo Giampetraglia, referente del Rotaract Club Napoli Est, ad Adriana Romano dell’associazione TerradiConfine e ad Anna Nasti dell’associazione Noi@Europe, realtà che realizzano le attività del progetto insieme alla cooperativa sociale Sepofà. In particolare, il computer portatile e la stampante saranno a disposizione di tutte le persone che frequentano gli spazi della biblioteca di vico Santillo, nel cuore del quartiere Ponticelli, in parte riqualificati proprio attraverso le risorse del progetto sostenuto dal Ministero per i beni e le attività culturali.

Video

Gli studenti, e non solo, potranno utilizzare il portatile per fare ricerche e per collegarsi alla rete internet e per stampare documenti e altro materiale per le proprie attività di studio. A disposizione anche un armadio per custodire i due dispositivi. Più confort per gli utenti che raggiungono la biblioteca in bicicletta grazie alla rastrelliera che sarà installata nel cortile antistante.

Il contributo del Rotaract permette di ampliare l’offerta di servizi a disposizione di chi visita e si ferma nella biblioteca di Ponticelli. Particolare soddisfazione da parte della comunità impegnata, negli ultimi mesi, a restituire dignità al luogo della cultura di Napoli Est. Catalogazione dei libri già presenti e di quelli in arrivo, arredi in legno progettati e auto-costruiti, presentazione di libri, corsi di editoria e di lingue straniere: sono numerose le attività realizzate finora. Inoltre, il progetto ha permesso di garantire l’ampliamento dell’orario di apertura della struttura con turni serali e nel fine settimana così da garantire maggiore accoglienza a giovani e studenti universitari che si incontrano per condividere programmi di studio.

Ultimo aggiornamento: 18:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA