Napoli Est, fondi europei per le scuole:
oltre un milione per il Sannino di Ponticelli

Napoli Est, fondi europei per le scuole: oltre un milione per il Sannino di Ponticelli
di Alessandro Bottone
Lunedì 11 Luglio 2022, 21:25
3 Minuti di Lettura

Risorse europee a disposizione per rimettere in sesto le scuole napoletane. Dopo anni di attesa si riqualifica l'edificio che ospita l'istituto scolastico "Sannino-De Cillis" di Ponticelli, quartiere nella zona orientale di Napoli. Con un milione e 185mila euro del Next Generation EU si interviene sul plesso centrale dell'istituto in via Angelo Camillo De Meis 243. Si lavora per raggiungere maggiore sicurezza e confort per alunni, docenti e personale in una scuola di eccellenza in città.

Video

In particolare, la Città Metropolitana di Napoli ha approvato il progetto esecutivo dei lavori di ristrutturazione dell'istituto di Napoli Est il cui edificio è stato completato nel 1990. Gli spazi - di proprietà del Comune di Napoli, concessi in comodato d’uso gratuito alla Città Metropolitana - comprendono 8.400 metri quadrati di superficie coperta e circa 16mila di spazi all'aperto. Oltre il corpo aule - il cui fabbricato si sviluppa su tre livelli - c'è anche un corpo uffici. Inoltre, i giovanissimi usufruiscono anche della zona laboratori, del corpo palestre, della zona “agorà” con sala riunioni e laboratorio informatico e dell'auditorium.

Nel corso degli anni l'edificio è stato interessato, in più punti, da infiltrazioni di acqua piovana dalle coperture. Dunque, è necessario il rifacimento del manto impermeabile su parte della copertura dell’edificio principale - ovvero quella non interessata da recenti interventi di ripristino dell’impermeabilizzazione - e dell'agorà. Anche le facciate presentano segni di degrado diffuso dovuti all’azione del tempo degli agenti atmosferici e delle infiltrazioni dalla copertura. Si interverrà con il rifacimento, la riparazione, la tinteggiatura degli intonaci esterni e degli altri elementi del corpo aule, del corpo uffici, del corpo scala degradati da fenomeni di infiltrazione di umidità, dagli agenti atmosferici e dal decadimento - ad eccezione della facciata principale che è stata già oggetto di ripristino - risanando tutte le parti degradate. Inoltre, saranno sostituiti gli infissi esterni del corpo principale che non sono adeguati agli attuali standard in termini di efficacia ed efficienza energetica.

Sono necessari 540 giorni, un anno e mezzo, per completare tutti gli interventi previsti. Negli atti dell'ente di piazza Matteotti si specifica che «ulteriori interventi di riqualificazione del corpo principale e degli altri saranno oggetto di successivi appalti appena saranno disponibili ulteriori finanziamenti».

Quello interessato dai futuri interventi è soltanto uno dei due plessi dell'istituto 'Sannino-De Cillis' guidato dalla dottoressa Angela Mormone. In particolare, è il plesso Sannino, a ridosso dell'Ospedale del Mare, che accoglie gli indirizzi professionali di enogastronomia e ospitalità alberghiera, odontotecnica, produzioni audiovisive, produzioni tessili e sartoriali e l'indirizzo elettronico con elettronica ed elettrotecnica. L'altro plesso, il De Cillis, è in via Argine, nel medesimo quartiere della zona orientale di Napoli, e accoglie l'indirizzo agraria, agroalimentare e agroindustria e l'indirizzo per i servizi per la sanità e l'assistenza sociale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA