Napoli Est, locali comunali senza appeal: bandi deserti a Ponticelli

Gli immobili saranno inserite in future procedure a evidenza pubblica

Locali abbandonati, nessuno ha fatto richiesta per l'assegnazione
Locali abbandonati, nessuno ha fatto richiesta per l'assegnazione
di Alessandro Bottone
Mercoledì 25 Gennaio 2023, 20:53
3 Minuti di Lettura

Tanti ancora i beni pubblici da valorizzare in città ma c'è difficoltà a intercettare l'appetibilità del mercato e dei privati. Lo è stato nel caso di alcuni immobili di Ponticelli, quartiere nella zona Est di Napoli, che in autunno sono stati inseriti in avvisi pubblici del Comune per l'assegnazione. Nessuno ha presentato richiesta per i locali che da tempo risultano abbandonati e da riqualificare.

In particolare, si tratta di alcuni immobili situati nel centro storico del quartiere di Napoli Est. Due di essi sono in via Napoli - uno di trenta metri quadri e l'altro di sessantacinque - e un altro in corso don Agostino Cozzolino di sessanta metri quadri. Gli avvisi prevedevano sei anni quale durata per l'assegnazione, rinnovabile, e che i privati si facessero carico delle spese degli interventi di ristrutturazione. Le procedure - aperte a imprese, associazioni, realtà del terzo settore, partite iva - sono andate deserte. Nel prendere atto di tale circostanza il "Servizio Valorizzazione Sociale di Spazi di Proprietà Comunale" specifica negli atti che le unità immobiliari saranno inserite in future procedure a evidenza pubblica così da consentire la valorizzazione dei vari edifici.

Resta abbandonato anche il parcheggio comunale in via Gino Alfani, a due passi da via Napoli e corso don Cozzolino, che, in passato, era stato messo a bando. Nel corso delle verifiche per l'aggiudicazione gli uffici di Palazzo San Giacomo, però, hanno rilevato la mancanza di requisiti da parte del privato che aveva presentato una proposta di affido. Dunque, la struttura pubblico, a ridosso di scuole e aree verdi, resta inutilizzabile e degradata in attesa di nuovi interventi che potrebbero includere anche altri locali e spazi del quartiere Ponticelli da tempo inutilizzati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA