Napoli Est, nuove corse per il tram 2 da San Giovanni. Criticità a Barra

Lunedì 3 Gennaio 2022 di Alessandro Bottone
Napoli Est, nuove corse per il tram 2 da San Giovanni. Criticità a Barra

L'anno appena iniziato porta nuove corse dei mezzi pubblici verso l'area orientale di Napoli. Dal primo gennaio, infatti, è entrato in vigore il nuovo orario della linea 2 del tram che collega il quartiere San Giovanni a Teduccio con piazza Nazionale. Le corse, con una frequenza media di trenta minuti d'attesa, sono attive dalle ore 7 alle 18, soltanto dal lunedì al venerdì.

Il percorso prevede, per l'andata, la partenza da corso San Giovanni per poi proseguire con il passaggio su via Ponte dei Francesi, via Ponte dei Granili, via Volta, via Vespucci, corso Garibaldi, piazza Garibaldi, piazza Principe Umberto, via ponte Casanova, per poi giungere in piazza Nazionale. Medesime strade per il percorso inverso con il rientro nel deposito di San Giovanni a Teduccio. Un servizio in più in favore dei numerosi utenti del quartiere di Napoli Est dove, però, si continuano a registrare alcuni disagi lungo corso San Giovanni. I problemi riguardano sia la presenza di diverse aree di cantiere sia la sosta selvaggia delle automobili che, in alcune circostanze, bloccano i binari per diversi minuti. Non da meno l'intenso traffico di queste settimane di periodo natalizio.

Video

Le due linee del tram - oltre la 2, infatti, è attiva anche la numero 4, che collega San Giovanni al porto cittadino - e le linee su gomma permettono un collegamento abbastanza agevole tra il centro di Napoli e il quartiere di Napoli Est. Più problematico, invece, risulta lo spostamento da e verso l'adiacente quartiere Barra. In queste ore, infatti, la linea 194 risulta sospesa: l'unica vettura ordinariamente in giro non ha viaggiato per mancanza di personale dell'ANM Napoli, l'azienda comunale che si occupa del trasporto pubblico cittadino, interessato dalle quarantene per la situazione Covid. In ogni caso resta poco agevole raggiungere il cuore di Barra con gli autobus visto che le diverse linee - come la 195 e la 116 - toccano soltanto alcune strade limitrofe. L'alternativa per i cittadini è utilizzare la Vesuviana.

Personale in malattia, pochi mezzi a disposizione e tanti cittadini che si spostano: nei mesi della pandemia è ancora più difficile garantire un servizio efficiente del trasporto pubblico locale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA