Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli Est, si estende l'illuminazione pubblica: sbloccati 277mila euro

Giovedì 2 Giugno 2022 di Alessandro Bottone
Napoli Est, si estende l'illuminazione pubblica: sbloccati 277mila euro

Si accelera per portare l'illuminazione pubblica in diverse strade di Barra, Ponticelli e Poggioreale, quartieri dell'area orientale di Napoli. L'amministrazione comunale ha sbloccato i 277mila euro che finanziano un progetto approvato già da tempo e ancora non concretizzato.

In particolare, sono ben quattro le strade del quartiere Barra: via Henri Matisse, via Manet Edouard, via Edgar Degas e via Ettore Giannini. Parliamo delle diverse traverse incastrate tra via Mastellone e via Bartolo Longo. Nell'adiacente quartiere di Ponticelli si interviene in via Vincenzo Ingangi, strada che collega la cosiddetta zona del "Felaco" alla trafficata via Argine. Nel progetto sono incluse anche via Tommaso Fasano e via Comunale San Severino (sottopasso ferroviario), entrambe nel quartiere Poggioreale, una strada di Pianura (via Vicinale Torciolano) e una di San Carlo all'Arena (via Francesco Feo).

Il progetto per installare i punti luce lungo tali strade pubbliche risale a luglio 2021, ovvero alla passata amministrazione comunale. A ben vedere, a fine dello scorso anno la determina del Servizio competente in materia - con cui era stato approvato il progetto esecutivo e indetta la gara - «non è stata registrata entro il termine perentorio [...] per cui le risorse destinate all'intervento sono confluite in avanzo vincolato». Con una delibera di alcuni giorni fa, proposta dall'assessore alle infrastrutture Edoardo Cosenza, la giunta guidata da Gaetano Manfredi ha posto l'urgenza sulla realizzazione dell'intervento ricorrendo all'utilizzo dell'avanzo vincolato di amministrazione. In tal modo le somme diventano immediatamente disponibili per consentire al Servizio 'Strade e grandi reti tecnologiche' di Palazzo San Giacomo di «iniziare le lavorazioni entro l'anno e rispettare il cronoprogramma delle attività», si legge nell'atto approvato.

Dunque, presto si opererà per installare i numerosi punti di illuminazione pubblica che risultano essenziali per autisti e pedoni. Un servizio indispensabile anche per residenti e commercianti specie per nelle aree della città particolarmente isolate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA