Napoli Est, soldi per il verde degradato: affidati i lavori per 53mila euro

L’accordo quadro sarà in vigore fino al 31 dicembre 2022

Napoli Est, soldi per il verde degradato: affidati i lavori per 53mila euro
di Alessandro Bottone
Lunedì 21 Novembre 2022, 19:09
3 Minuti di Lettura

Aiuole, cortili di scuole e altre "lingue" di verde si estendono per oltre 185mila metri quadrati nei tre quartieri della zona orientale di Napoli. La cura del verde pubblico è sempre più difficile per mancanza di personale competente e di mezzi adeguati. Così si apre ai privati con le risorse economiche a disposizione della Municipalità che ha proceduto all'affidamento di un progetto di 60mila euro.

Le attività previste riguardano oltre 52mila metri quadrati di spazi verdi in cui intervenire con il taglio del tappeto erboso. Si lavorerà anche per potare diversi alberi e potare e per l'abbattimento di alberi adulti a chioma espansa all'interno dei parchi.

Video

Inoltre, sono almeno ottocento i metri quadrati di siepi da ripulire. Gli interventi da mettere in campo sono scelti sulla base delle segnalazioni ricevute da residenti e consiglieri municipali nonché da associazioni e valutati attraverso i sopralluoghi del personale del Servizio "Attività tecniche" della VI Municipalità del Comune di Napoli che amministra i quartieri Barra, Ponticelli e San Giovanni a Teduccio. Il quadro economico dell'intervento, in seguito all'aggiudicazione, è di circa 53mila euro. L’accordo quadro sarà in vigore fino al 31 dicembre 2022 così da consentire di mettere in sicurezza diverse aree di Napoli Est in cui assicurare igiene e decoro eliminando sterpaglie e rifiuti.

Intanto si lavora anche in alcuni parchi di competenza municipale grazie alla risorse della Regione Campania. Con i finanziamenti del Piano Strategico della Città Metropolitana, invece, si mette mano alle potature degli alberi in alcune strade e si interverrà nei parchi De Filippo di Ponticelli e Troisi di San Giovanni a Teduccio. Molte altre risorse umane ed economiche saranno necessarie per garantire la manutenzione del verde urbano nei prossimi mesi ed anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA