Napoli Est, tir bloccato vicino al cantiere e il traffico va in tilt in via delle Repubbliche Marinare

Mercoledì 10 Novembre 2021 di Alessandro Bottone
Napoli Est, tir bloccato vicino al cantiere e il traffico va in tilt in via delle Repubbliche Marinare

Traffico in tilt lungo via delle Repubbliche Marinare, nella zona orientale di Napoli, dove è stato recentemente aperto il cantiere per l'abbattimento del cavalcavia. Oggi un grosso tir ha bloccato il flusso di veicoli provenienti dal centro città a causa della evidente difficoltà nelle manovre di uscita da un sito privato.

La circostanza, registrata in tarda mattinata, si è risolta dopo una ventina di minuti grazie all'abilità del conducente aiutato da alcuni operai e uomini in strada così da evitare il contatto con i blocchi di cemento installati a limite del cantiere. Sul posto sono intervenuti anche gli operatori della polizia municipale. Da circa un mese la carreggiata a servizio dei veicoli in direzione San Giorgio a Cremano è stata ristretta a tre metri e mezzo: una larghezza limitata che mette in difficoltà chi è alla guida di grossi mezzi che affrontano svolte e manovre.

Autisti spazientiti per l'attesa e disagi per i residenti che - seppur soddisfatti dell'apertura del cantiere dopo diversi anni di attesa - evidenziano alcune difficoltà lungo il tratto interessato dai lavori. Dalla mancanza di spazi adeguati per parcheggiare i propri veicoli allo smog generato dai mezzi in alcuni orari della giornata in cui si crea la coda.

Intanto i lavori proseguono. Dal cavalcavia sono stati rimossi i pali di pubblica illuminazione, lo spartitraffico e si sta intervenendo sugli strati della carreggia. Molti uomini sono a lavoro nella parte sottostante il ponte che è stata completamente interdetta al passaggio dei veicoli e persone. Gli interventi dureranno diversi mesi. Si prevede l'abbattimento dell'inutile viadotto in cemento e ferro e la riqualificazione del tratto di strada così da realizzare anche spazi verdi, parcheggi e area giochi per bambini. Si migliora la pubblica illuminazione e la vivibilità dell'area che, finora, è stata oggetto di sversamenti abusivi di rifiuti e spesso utilizzata come ritrovo di tossicodipendenti e prostitute.

Nelle prossime settimane, quando le operazioni di cantiere avanzeranno e si dovrà intervenire direttamente sulla struttura del viadotto, sarà necessario un ulteriore dispositivo di traffico così da garantire sicurezza agli operai così come per chi è alla guida. Due gli aspetti da attenzionare: la prossimità delle feste natalizie - con un numero maggiore di veicoli in strada - e l’apertura del cantiere nel tratto adiacente di via delle Repubbliche Marinare, quello prossimo al quartiere Gianturco e all’incrocio con via Galileo Ferraris.

Ultimo aggiornamento: 23:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA