Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli Est, torna l'acqua nelle fontanelle del parco Troisi

Venerdì 17 Giugno 2022 di Alessandro Bottone
Napoli Est, torna l'acqua nelle fontanelle del parco Troisi

Cittadini e atleti che frequentano il parco comunale 'Massimo Troisi' di San Giovanni a Teduccio possono nuovamente beneficiare delle fontanelle dopo diversi giorni di disagi. Nelle ultime ore l’acqua potabile è tornata nei beverini della struttura comunale di viale 2 Giugno, nella zona orientale di Napoli, che da tempo necessita di importanti interventi di manutenzione e riqualificazione.

L'operazione ha portato con sé alcune polemiche attraverso i social network. Alcuni cittadini hanno evidenziato con gioia il ripristino delle fontane particolarmente essenziali in questi giorni di calura e senz'altro apprezzate dai numerosi frequentatori del polmone verde ai piedi delle palazzine popolari identificate dal faccione di Maradona disegnato da Jorit. Persone che praticano sport, bambini, anziani, famiglie, semplici passanti: sono in tanti a frequentare gli spazi nell'enorme parco conosciuto dai più come "il laghetto" per la presenza di una grossa vasca artificiale. L'invaso, ormai vuoto da anni, si riempie di qualche centimetro di acqua soltanto nelle giornate di pesante pioggia. Non c’è più lo spettacolo del vero e proprio laghetto che accoglieva tanti pesci e uccelli.

A quanto pare in tanti hanno preso a cuore la questione delle fontanelle del parco di Napoli Est. Sollecitati dai residenti, nei giorni scorsi i rappresentanti della giunta della VI Municipalità (Barra, Ponticelli, San Giovanni a Teduccio) hanno segnalato il problema ai diversi uffici competenti. Anche alcuni consiglieri municipali e comunali si sarebbero attivati per far tornare l'acqua potabile nei beverini del bene comunale così come rivendicato attraverso i social network. A ben vedere gli interventi di ripristino, non ancora ultimati, sono curati dall’azienda comunale ‘Napoli Servizi’ attraverso una propria squadra di operai che si occupa quotidianamente di decoro urbano. Finora sono state riparate ben cinque fontanelle e altre cinque saranno al centro del lavoro nei prossimi giorni. Rubinetti da saldare, gocciolamenti e perdite cui badare, tubi da sistemare: in diverse ore di lavoro si riporta l'acqua potabile nei beverini così da accontentare tutti.

Nelle numerose reazioni ai contenuti sui social network i residenti hanno evidenziato ulteriori problemi del parco 'Massimo Trosi' che non sono stati ancora risolti così come evidenziato nel corso della recente operazione di pulizia messa in campo da alcune associazioni napoletane. Buona parte della struttura pubblica è negata: è impossibile praticare e godere della collinetta, delle serre e dei diversi gazebo. I servizi igienici sono distrutti e ci sono pericoli in numerosi punti come nei pressi dell'area giostre per bambini e del monumento che rappresenta l'Italia. Vandali e delinquenti hanno creato non pochi danni insieme al maltempo e alla mancanza di manutenzione ordinaria che, nel corso degli ultimi anni, hanno peggiorato le circostanze.

Il parco Troisi sarà oggetto di complessi lavori di riqualificazione attraverso le risorse del 'Piano Strategico' della Città Metropolitana di Napoli. In queste settimane si sta svolgendo la progettazione definitiva per gli interventi che dovranno essere messi a gara. Un passo decisivo per far tornare sicurezza e decoro in uno spazio vitale per la zona orientale del capoluogo campano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA