Napoli, la battaglia delle funicolari: rischio stop a Natale

Lunedì 9 Dicembre 2019 di Elena Romanazzi

Un altro sabato a piedi e senza il prolungamento dell'orario della Funicolare centrale l'Anm non è più disposta a tollerarlo. Sono giorni ad alta tensione tra i vertici dell'azienda e i sindacati. Oggi è fissato un nuovo tavolo di incontro con le diverse sigle sindacali incentrato, questa volta, sulle festività natalizie, in sostanza su tre giorni: il 25 dicembre, il 31 gennaio e il primo gennaio.

Cosa realmente accadrà è prematuro dirlo. Se sul versante della metropolitana non ci dovrebbero essere problemi con la Linea 1 in funzione tutta la notte, per quanto riguarda le funicolari sarà braccio di ferro. E sicuramente questa volta e per queste date ci sarà poco da scherzare tanto che - filtra dall'azienda - non è detto che restino aperte oltre l'abituale orario. L'amministratore unico di Anm, Nicola Pascale, è categorico: «L'Anm e i cittadini napoletani - spiega - non sono più disposti a essere ostaggio di comportamenti irresponsabili».

LEGGI ANCHE No agli straordinari, la funicolare centrale chiude alle 22

Il riferimento di Pascale è a quanto è accaduto sabato quando all'improvviso - visto che il prolungamento era stato deciso e i turni di lavoro erano già stati fatti - non si è trovata più una persona disponibile a fare lo straordinario (ovviamente retribuito con l'aggiunta di una premialità). Si sarebbe persino tentato di fare prolungare l'orario delle funicolare Centrale senza le fermate intermedie, in modo tale da dover reperire solo poche persone per le due stazioni di partenza e di arrivo ma anche in questo caso i tentativi sono andati a vuoto scatenando non solo l'ira dell'amministratore unico di Anm ma anche del vicesindaco Enrico Panini.

Nelle funicolari sono avvenuti in passato diversi episodi strani. Guasti anomali, malattie improvvise, operazioni a volte poco chiare. Ma certo nessuno si aspettava che un accordo firmato (non da tutte le sigle) il 5 dicembre scorso relativo al prolungamento d'orario venisse disatteso. Sui social i commenti questa volta non hanno preso di mira l'Anm quanto piuttosto i lavoratori delle Funicolari. L'Usb ha preso una posizione sabato molto dura: «È inaccettabile - ha detto Marco Sansone del Coordinamento regionale Usb - che l'Anm scarichi ancora una volta la propria incapacità gestionale sui lavoratori mettendoli alla gogna pubblicamente».

LEGGI ANCHE Natale a Napoli, via al piano traffico natalizio

La maxi ztl ha funzionato. Il vicesindaco Panini si dice «soddisfatto del piano traffico messo in atto per le festività natalizie». «In nessun momento si sono registrati problemi o tensioni, a 72 ore dall'avvio sono stati gestiti con gli interventi di Anm 400 pullman per un totale di circa 19mila turisti accolti in città; tramite l'utilizzo della linea R2 è stata garantita una corsa ogni 5 minuti e, pertanto, non si sono registrati disagi di sorta». «Siamo molto soddisfatti - aggiunge Panini - ed il nostro più sentito ringraziamento va ai lavoratori dell'Anm ed ai loro dirigenti sul campo, alla municipale, a tutto il personale del Comune, alla categoria dei tassisti ed ai tanti che hanno collaborato per garantire il successo del piano traffico per il periodo natalizio».

Ultimo aggiornamento: 16:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA