Galleria Vittoria di Napoli, ultimo sprint ​per riaprire in anticipo

Giovedì 11 Novembre 2021 di Paolo Barbuto
Galleria Vittoria di Napoli, ultimo sprint per riaprire in anticipo

I pannelli di protezione in acciaio (brutti ma utilissimi) hanno riempito quasi interamente il tunnel, le reti di protezione sotto la volta sono state tutte agganciate, si lavora all’impiantistica e all’illuminazione, ma è affare relativamente facile: a 414 giorni dalla chiusura al traffico per i cedimenti e dopo cento giorni dall’inizio dei lavori, la galleria Vittoria è a un passo dalla riapertura. Sottovoce gli operai che si alternano dentro al tunnel sostengono che il giorno della conclusione dei lavori è più vicino del previsto, in anticipo sul cronoprogramma che prevede una chiusura per il primo dicembre. Non tanto anticipo, intendiamoci, potrebbero bastare dieci giorni, forse quindici, spiegano gli operai, ma comunque sarebbe una bella sorpresa per i napoletani.

L’Anas sulla questione della conclusione in anticipo, frena. In via ufficiale continua a chiarire che le lavorazioni sono in linea con il cronoprogramma e non sono previste variazioni. A dare una picconata alle certezze dell’Anas arriva, però, l’assessore Edoardo Cosenza via social: pubblica foto dalle quali si vede che i lavori sono in fase estremamente avanzata e usa parole di speranza delle quali diremo fra qualche riga. Nel frattempo, con il rigore consueto, l’Anas diffonde, a cadenza settimanale, note sull’avanzamento dei lavori, l’ultima risale a ieri e, in fondo, è utile a comprendere che lo sprint finale è in corso e che il traguardo è dietro l’angolo.

«Avanzano le attività di installazione dei pannelli di rivestimento in acciaio inox; procedono, contestualmente, anche le attività di montaggio delle carpenterie metalliche e nel dettaglio, in direzione via Acton restano da concludere soltanto gli ultimi 100 metri dell’attività complessiva, mentre in direzione via Arcoleo le lavorazioni procedono con il montaggio delle centine, oltre che con il completamento dei rivestimenti». Significa che l’ultima e più intensa porzione degli interventi, quella della protezione con i pannelli d’acciaio, è a un soffio dalla conclusione.

Anas spiega pure che sono in fase di montaggio le cornici attorno ai fari posti sotto la volta del tunnel e che, sul fronte dell’impiantistica, si lavora «su entrambi i lati della galleria per la posa in opera dei cavi di alimentazione per i segnapassi, con un avanzamento di circa il 70%».

Video

Insomma, i lavori sono tutti prossimi alla fine e per una conclusione ufficiale degli interventi manca solo il rivestimento d’asfalto (che non spetta ad Anas) che sarà realizzato quando le lavorazioni per la messa in sicurezza del tunnel saranno concluse. Quello del rifacimento del manto stradale è stato uno dei momenti di maggiore difficoltà degli ultimi mesi. Il Comune aveva dimenticato di inserire questo dettaglio nel novero dei lavori poi affidati ad Anas, così quando è venuta fuori la notizia di una possibile riapertura con l’asfalto mezzo sgangherato dopo i lunghi mesi di chiusura e i lavori alla volta, è corso ai ripari recuperando il denaro utile e una ditta pronta ad intervenire di corsa. La vicenda s’è risolta prima che la vecchia amministrazione lasciasse il passo alla giunta Manfredi, la preparazione del manto stradale è stata effettuata di notte nelle scorse settimane e adesso, quando il cantiere Anas verrà smontato, basterà un giorno di lavoro per sistemare il nuovo asfalto dentro la galleria.

Mentre l’Anas mantiene la linea del primo giorno e conferma solo il rispetto del cronoprogramma, l’assessore Cosenza, che quotidianamente verifica l’andamento dei lavori in galleria, proprio ieri ha mostrato il suo entusiasmo via social. In bella mostra due scatti dall’interno del tunnel dai quali si evince che manca pochissimo, poi una frase che lascia spazio alla speranza: «Si vede la luce in fondo al tunnel... della Vittoria». L’assessore spiega nel suo post, breve ma colmo di emozione, che «i lavori avanzano. Grazie al grande impegno di Anas, direzione lavori, dirigenza del Comune». Poi senza attendere che arrivi, risponde anche alla domanda che ciascun napoletano vorrebbe porgli, quando verrà riaperta la galleria? Cosenza scrive «i tempi: semplicemente il prima possibile, in sicurezza e solo con il parere positivo della Procura». Su quest’ultimo dettaglio da sempre Cosenza chiede attenzione: dopo il sequestro del settembre 2020 e il tormentato dissequestro concesso per l’esecuzione dei lavori, solo la Procura potrà dare il definitivo placet per far transitare nuovamente le auto sotto al tunnel della Vittoria.

Ultimo aggiornamento: 20:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA