Napoli, il Lido Comunale di Bagnoli è abbandonato e pericoloso ma riaprirà

Giovedì 6 Maggio 2021 di Gennaro Morra
Lo stato di degrado del Lido Comunale di Bagnoli

Per una strana ironia delle cose le due tabelle, che spiegano come si fa la raccolta differenziata, sono ancora in piedi. Tutto intorno, invece, è degrado e rovina. È questo lo stato in cui versa il Lido Comunale di Bagnoli, l’unica spiaggia libera attrezzata della zona e una delle pochissime rimaste a Napoli. Fino al 2019 il Comune aveva provveduto a sistemarla, fornendola di passarelle, docce e servizi igienici per renderla fruibile al pubblico. Lavori di manutenzione e riqualificazione che era necessario ripetere ogni anno con l’avvicinarsi della bella stagione per riparare i danni provocati dal maltempo e dagli immancabili atti di vandalismo, ma l’estate scorsa, complice la pandemia, quest’intervento non c’è stato. E ora i residenti denunciano le condizioni indecenti in cui è ridotto questo tratto di costa a ovest del capoluogo partenopeo.

 

«Lo scorso anno i lidi privati sono stati aperti, mentre quello comunale è stato lasciato in uno stato di abbandono – ricorda Massimo Samuel Di Vito, residente e attivista del quartiere –. E temiamo che anche quest’estate Bagnoli resterà senza la sua spiaggia libera attrezzata». L’uomo ha documentato il degrado dell’area, producendo video e fotografie inequivocabili: «Non si capisce come quella zona non sia interdetta al pubblico – denuncia –. Come si vede chiaramente dalle immagini che ho realizzato, le strutture in legno sono fatiscenti e costituiscono un pericolo per chi ci cammina sopra o sotto. E poi ho trovato anche un impianto elettrico ancora attivo che è a portata di tutti, che può essere un ulteriore potenziale pericolo».

Video

In una zona in cui già il mare è negato, perché dichiarato non balneabile, togliere ai cittadini anche la spiaggia pubblica per il secondo anno consecutivo sarebbe una grave violazione dei diritti. Eppure siamo già a maggio e la spiaggia appare ancora come un campo di lavoro abbandonato pieno d’erba, rifiuti ingombranti e cataste di legname sparse qua e là. E se nel 2018 e nel 2019 il Comune di Napoli riuscì nell’impresa di riaprire il lido a metà giugno e nei primi giorni di luglio, ora da queste parti si teme che quest’estate si bissi l’immobilismo dell’anno scorso. Ma da Palazzo San Giacomo arrivano rassicurazioni su questo punto: «Posso assolutamente tranquillizzare i residenti di Bagnoli sulla riapertura del lido comunale – annuncia l’assessora della giunta De Magistris con delega alla tutela del mare, Francesca Menna –. Proprio ieri ho avuto un incontro con i tecnici e mi hanno riferito che stanno riprendendo i lavori, dopo che il mese scorso l’area è stata nuovamente vandalizzata. Quest’anno la spiaggia tornerà a essere fruibile».

Ultimo aggiornamento: 13:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA