Dall’Olanda al Liceo Umberto
studenti alla ricerca di Napoli

Studenti olandesi alla scoperta della Campania grazie ad un progetto di scambio culturale promosso dal liceo Umberto, guidato dal dirigente scolastico Carlo Antonelli. Da sabato 14 a venerdì 20 ottobre 2017, 20 ragazzi tra i 15 e i 18 anni dell’ Het Amsterdams Lyceum di Amsterdam, accompagnati da due docenti, saranno a Napoli grazie al progetto finanziato dall’Unione Europea. Conosceranno la città, ma anche le zone limitrofe, sempre accompagnati dai docenti del liceo Umberto e dai coetanei napoletani che faranno da guide.

Per la delegazione olandese, infatti, è stato organizzato un tour alla scoperta delle bellezze naturalistiche, storiche ed archeologiche con le visite guidate a Capri, a Pompei, a Sorrento e a caccia dei tesori e dei segreti del centro storico, per una full immersion nella quotidianità.

A coordinare il progetto la docente dell’Umberto Imma Sommaruga, direttore del dipartimento di lingue del liceo.
«Si tratta - afferma la docente - di un’iniziativa dal forte valore culturale e sociale, organizzata per il terzo anno e accolta con tanto entusiasmo dal corpo docente e dagli studenti. I ragazzi napoletani ospitano per qualche giorno nelle proprie famiglie i coetanei europei per un’esperienza di crescita formativa davvero molto importante e che coinvolge l’intero nucleo familiare. Oltre ai ragazzi olandesi – prosegue la professoressa Sommaruga – sono arrivati anche studenti che vivono ad Amsterdam e quindi frequentano l’Het Amsterdams Lyceum ma che hanno origini ispaniche e asiatiche, nell’ottica di favorire sempre di più l’integrazione culturale e la socializzazione.» 

Il progetto prevede lo scambio culturale: infatti gli studenti napoletani sono da poco rientrati dalla suggestiva esperienza di vivere Amsterdam dall’interno, come un cittadino nativo. Il 14 ottobre i ragazzi olandesi cominceranno la loro settimana napoletana. << Ci auguriamo che rimangano colpiti dalle nostre bellezze naturali e dai nostri beni artistici. E’ sicuramente un’esperienza molto positiva per i nostri allievi.>> conclude la coordinatrice del progetto.
Venerdì 13 Ottobre 2017, 17:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP