La crisi degli ospedali a Napoli: medici già in ferie e pronto soccorso in ginocchio

di Melina Chiapparino

Mancano i medici per coprire i turni di giugno, funziona un solo elettrocardiografo e si contano tra i 150 e i 200 accessi giornalieri. Non si tratta di un episodio ma di un copione che si ripete, quasi quotidianamente, al pronto soccorso dell'ospedale San Giovanni Bosco, assaltato dall'utenza e in ginocchio per la carenza di personale.

Il presidio di via Briganti è l'unico a Napoli carente di Triage e se di questa assenza ne approfittano i pazienti prepotenti che si impongono in perfetto stile Gomorra, dall'altro lato a pagare, è il personale sanitario. La mancanza del sistema informatizzato di filtraggio che regola la priorità degli accessi, infatti, ha costretto i medici a diventare accettatori e smistare manualmente l'utenza ma a questa anomalia, si è aggiunta una vera e propria emergenza.

Non ci sono medici, o meglio, non ce ne sono a sufficienza per garantire l'assistenza nel mese di giugno dove, allo stato dei fatti, rimangono scoperti 40 turni nell'area medica del pronto soccorso. Le «gravi condizioni» del reparto, sono scritte nero su bianco nella nota a firma del responsabile del pronto soccorso che rendiconta «l'impossibilità di formulare i turni a giugno che fa seguito alle già numerose richieste di personale per far fronte alla cronica carenza di medici».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 13 Giugno 2018, 11:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-06-13 15:12:39
Mi sembra che ogni ad inizio estate ci sia il valzer delle carenze di personale. Sicuramente con il periodo di ferie vengono fuori ancora di più le strutturali carenze di operatori. Ma poi questa condiziona si perpetua oramai da anni non è possibile non programmare precedentemente un piano straordinario. Utilizzando specialisti ambulatoriali, professionisti a contratto ed altro. Ma tant'è che la parola programmazione non ha una sua valenza nell'ambito del sistema ospedaliera napoletano e campano.
2018-06-13 12:52:29
Ma non esiste lo Stellare Eccezionale e pluririsolutorio Ospedale del Mare?

QUICKMAP