Napoli, rinviati ancora i lavori di via Marina: tre anni di ordinario caos

di Pierluigi Frattasi

6
  • 251
Manca la firma del contratto tra il Comune e la nuova ditta aggiudicataria, l'associazione di imprese Cogepa-Paco: slittano ancora i lavori di via Marina. Dopo la consegna delle aree dal vecchio consorzio al Comune avvenuta giovedì scorso, Palazzo San Giacomo aveva chiesto alla società di avviare subito con gli operai la messa in sicurezza del cantiere già a partire dalla prossima settimana. Ma la nuova società chiede più tempo: «Non abbiamo ancora definito il contratto e senza non si può partire». Tutto rinviato alla seconda metà di gennaio. Non solo. Il Comune lavora al piano B per non perdere i fondi europei se non si riuscirà a finire i lavori entro marzo, nel caso in cui dall'Ue non dovesse arrivare la proroga. Restyling solo per metà strada: il tratto già quasi finito di via Volta-via Vespucci. Rinviate le opere accessorie su via Reggia di Portici, dove si metterebbe mano solo ai binari del tram e all'ultima mano di asfalto. Niente marciapiedi allargati con le aiuole. È il cosiddetto stralcio: ridurre il progetto originario fino a un massimo del 20% scremandolo dai lavori ritenuti non più necessari. Un modo per bruciare i tempi e consentire il collaudo funzionale della strada già a marzo. E non perdere i fondi europei. La parte restante dei lavori potrebbe essere assorbita, poi, dal nuovo mega-appalto per il restyling di corso San Giovanni, fino a Croce Lagno, ai confini di Portici, che partirà subito dopo via Marina. Solo un'ipotesi, al momento, al vaglio dei tecnici.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Domenica 13 Gennaio 2019, 08:30 - Ultimo aggiornamento: 13-01-2019 14:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2019-01-13 13:49:21
Prodromico della sciagura che si sta per abbattere sul lungomare.....
2019-01-13 12:50:11
Ma si può essere così incapaci? ormai il Sindaco pensa al fine mandato. Solo Ideologia ed annunci disattesi puntualmente . Parliamo di sbarchi: io li avrei fatti gestire direttamente a De Magistris i 49 immigrati a cui aveva prospettato l'accoglienza ma non per un mese o per un anno ma per la loro intera vita al fine di non permettere di ingrossare le fila nella prostituzione, nel traffico di droga, di questuanti e lavavetri. Ha dato la cittadinanza onoraria ad Abu Mazen , al figlio di due donne sposate in Spagna mentre bambini di etnia Rom chiedono l'elemosina al freddo fuori ai negozi sotto lo sguardo disinteressato della Polizia Municipale. La città da anni giace agli ultimi posti nella classifica di vivibilità in Italia. Attacca il debito ingiusto e non è capace di incassare soldi delle multe , affitti del patrimonio pubblico.ANM e ABC sono il fiore all'occhiello di questo panorama fallimentare. Uno stadio considerato un "cesso" da tutti che rappresenta plasticamente lo stato in cui versa la città per incapacità e indolenza di dirigenti ed amministratori del Comune. De Magistris deve capire che ha fatto il Sindaco per assenza di sani e capaci competitors ; quelli che credono fermamente in Lui sono stati appena 175.000 cittadini su una platea di 950.000 aventi diritto al voto.
2019-01-13 12:32:43
Niente firma contratti il sindaco é in cerca di barche per andare a fare la raccolta di africani in mare.
2019-01-13 12:25:52
Ottime credenziali per aprire un cantiere anche sul lungomare...
2019-01-13 12:02:38
Ora che i clandestini sono sbarcati vediamo quale pretesto trova per farsi un pò di campagna elettorale, già perchè questi sono oramai problemi che riguardano solo noi poveri napoletani ,lui adesso mira in alto.

QUICKMAP