Napoli, a San Gregorio Armeno malumori per il senso unico: «Meglio alternato. Bloccati anche i residenti»

L’ordinanza resterà attiva nei giorni dove è previsto il maggior flusso di visitatori

Senso unico a San Gregorio
Senso unico a San Gregorio
di Alessio Liberini
Sabato 2 Dicembre 2023, 15:59 - Ultimo agg. 3 Dicembre, 08:31
3 Minuti di Lettura

La celebre strada dei presepi di via San Gregorio Armeno si prepara ad accogliere il pienone di visitatori attesi per le festività natalizie. Questa mattina è ufficialmente partito lo speciale dispositivo di viabilità istituito dal Comune di Napoli per far fronte a resse e assembramenti lungo la storica stradina animata dalle antiche botteghe degli artigiani.

Il piano, nato negli anni della ripresa turistica del primo post Covid, prevede il senso unico pedonale sull’intera strada con accesso da via San Biagio dei Librai in direzione di piazza San Gaetano, dalle ore 9.00 fino alle 20.00. L’ordinanza, firmata dal sindaco Gaetano Manfredi, resterà attiva nei giorni dove è previsto il maggior flusso di visitatori: sabato 2 e domenica 3 dicembre, da giovedì 7 a domenica 10 e poi ancora dal 16 fino al 23 dicembre.

Per il giorno della Vigilia, invece, il senso unico resterà attivo solo per mezza giornata dalle ore 9.00 alle ore 14.00.

Tuttavia il dispositivo, già dal suo avvio, sta destando qualche malumore tra commercianti e residenti della via posta nel cuore dei Decumani. Mentre diversi agenti della Polizia Municipale sono in campo dalle prime ore del girono per bloccare l’accesso pedonale da via dei Tribunali.  «Come prima giornata, al di là del maltempo, c’è tanta affluenza ma sul fronte dell’ordine pubblico ci sono dei disagi» denuncia il presidente dell’associazione delle botteghe di San Gregorio Armeno, Vincenzo Capuano.

Video

Gli artigiani infatti, favorevoli al piano traffico, avrebbero più volte chiesto al Comune di istituire un senso unico alternato per ogni fine settimana. Prevedendo un accesso variabile: una volta dall’intersezione con via San Biagio dei Librai e vico Figurari e poi da piazza San Gaetano. «La nostra idea, portata al tavolo tenuto a Palazzo San Giacomo, non è stata presa in considerazione ed abbiamo lo stesso senso unico a salire dello scorso anno – chiarisce Capuano - Noi chiedevamo il senso unico alternato così da non scontentare nessuno. L’idea è quella di variare i sensi di marcia per ogni fine settimana. Le prime lamentele degli artigiani sono arrivate di buon mattino: le botteghe che si trovano verso piazza San Gaetano dicono di essere penalizzate».

A loro si aggiungono poi i reclami, fatti stamani, degli abitanti della zona: «In pochi minuti – fa sapere Capuano - mi hanno chiamato diversi residenti che dicono di essere stati bloccati al varco. Ci vorrebbe almeno un po’ di flessibilità. Credo che l’ordinanza dovrebbe contenere il libero accesso ai cittadini perché non si possono fare tutto il giro del centro storico per recarsi nelle proprie case. O in queste ore si sta interpretando male l’ordinanza o bisogna rivedere le disposizioni».

 

Al netto delle polemiche, la via dei pastori è stata ugualmente presa d’assalto dai turisti in occasione del primo fine settimana di dicembre. «Quest’anno – conclude Capuano - si prevedono tantissimi visitatori, forse anche di più dello scorso Natale, ed il prossimo 7 dicembre, alla vigilia dell’Immacolata, riprenderemo una vecchia tradizione con la notte bianca dei presepi».  

© RIPRODUZIONE RISERVATA