Climatizzazione senza rischi
A Sorrento corso anti legionella

Giovedì 11 Maggio 2017
Stop al rischio legionella, un problema particolarmente avvertito nella stagione estiva, in quanto questo batterio è talvolta presente negli impianti di condizionamento. Si conclude domani a Villa Fondi a Piano di Sorrento il seminario articolato in due giornate sul tema “Rischio legionella nella gestione degli edifici”. L’iniziativa è stata promossa dall’Associazione Ingegneri della Penisola Sorrentina (presieduta da Sergio Burattini) e dall’ente bilaterale Cfs, Centro Formazione e Sicurezza di Napoli, presieduto dall’ingegner Paola Marone (che ricopre anche la carica di vice presidente dell’Ordine degli ingegneri di Napoli).


La legionella deve il suo nome all'epidemia acuta che nell'estate del 1976 colpì un gruppo di veterani della American Legion riuniti in un albergo di Philadelphia. Solo in seguito si scoprì che la malattia era stata causata da un "nuovo" batterio, denominato legionella, che fu isolato nell'impianto di condizionamento dell'hotel dove i veterani avevano soggiornato. In alcuni casi la patologia, a volte confusa con una malattia di tipo respiratorio e gastrointestinale, può essere molto seria.


“Ma oggi – rassicura Sergio Burattini, presidente degli ingegneri della Penisola Sorrentina – sappiamo tutto sulla legionella. E sappiamo che il rischio può essere facilmente azzerato con un’appropriata gestione degli impianti. Il nostro corso intende appunto aggiornare e formare i tecnici che devono garantire la sicurezza su questo versante”. Il corso, in particolare ha l’obiettivo, a seguito della pubblicazione da parte del Ministero della Salute delle linee guida per la prevenzione e il controllo della legionellosi, di aggiornare i tecnici sulla valutazione della gestione del “rischio legionella” negli impianti di climatizzazione e idrico-sanitari e quindi anche nelle piscine e nelle vasche a idromassaggio.


“Siamo stati lieti di appoggiare questa iniziativa – aggiunge il presidente del Cfs Paola Marone – considerato che la mission del nostro centro è appunto quella di garantire e monitorare la sicurezza e di formare gli esperti per queste funzioni”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA