CORONAVIRUS

Maradona e non solo, le strade di Napoli cambiano nome: ecco viale The Beatles e piazzetta Ippocrate

Sabato 5 Dicembre 2020

Non solo lo Stadio Diego Armando Maradona: la Commissione consultiva per la Toponomastica cittadina del Comune di Napoli oltre al cambio di denominazione dell'impianto di Fuorigrotta, ha esaminato e approvato nuovi toponimi tra i quali Ippocrate, i Beatles, l'agente Pasquale Apicella e Alighiero Noschese. Ad Ippocrate sarà dedicata una piazzetta, uno slargo, preferibilmente nel quartiere Sanità, «alla memoria di medici e personale sanitario che hanno dato la vita nella lotta contro il Covid-19».  È stata inoltre proposta l'apposizione di una targa commemorativa alla memoria dell'agente di polizia Pasquale Apicella, deceduto lo scorso 27 aprile durante l'inseguimento di alcuni rapinatori in Calata Capodichino, da collocarsi sulla facciata prospiciente su via Tommaso Cornelio del palazzo in angolo con Calata Capodichino. 

La Commissione ha approvato alcune proposte avanzate dal consigliere alla Memoria della Municipalità 3 Francesco Ruotolo, recentemente scomparso a causa del Covid-19, di intitolazione del piccolo emiciclo presente nel tratto iniziale di via Don Bosco ad Aria, Ciro e Salvatore Palumbo, vittime in quelle zone nel settembre del 1943, nonché del punto preciso, frutto degli approfondimenti storici svolti dallo stesso Ruotolo, per la localizzazione della targa commemorativa alla memoria della distruzione del Ponte di Bellaria, in via Miano, il cosiddetto Fondo Maranese.

Video

È stata inoltre approvata l'intitazione ad Alighiero Noschese dello slargo  pedonale antistante la stazione della funicolare di Chiaia prospiciente su via Domenico Cimarosa, con l'istituzione del toponimo Largo Alighiero Noschese.  Su proposta del consigliere Mario Coppeto di intitolazione ai Beatles del tratto di via Sebastiano Conca ricadente all'interno del Parco Mascagna, è stata definita l'istituzione del toponimo viale The Beatles; a Carlo Maranelli sarà intitolato il nuovo tratto stradale di collegamento tra via Amerigo Vespucci e piazza Duca degli Abruzzi. Intitolata una strada alla memoria di Antonia Bernardini morta dopo 4 giorni di agonia nell'Ospedale Cardarelli di Napoli per le gravi ustioni riportate su tutto il corpo per l'incendio del letto dove era legata nell'allora manicomio giudiziario di Pozzuoli. La richiesta era stata avanzata dalla Cooperativa sociale Lazzarelle per l'iniziativa «Una strada per Antonia». Infine la Commissione ha approvato l'apposizione di una serie di targhe commemorative  alla memoria di Gioacchino Luigi Mellucci nella zona di ingresso della Funicolare centrale e del Teatro Augusteo, all'Istituto di Cultura Meridionale nei pressi del civico 63 di via Chiatamone, e su richiesta dalla Fondazione Castelcapuano, nei pressi della cella dove è stato recluso Luigi Settembrini nell'ambito dei lavori di riqualificazione del Castel Capuano nel Grande Progetto Unesco Centro storico di Napoli. 

Ultimo aggiornamento: 17:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA