Napoli, «video vergognosi a scuola»: la denuncia del consigliere regionale

Le immagini di scherzi, insulti e atteggiamenti negli istituti scolastici stanno facendo il giro del web. Di Fenza: «Sono esempi negativi»

Loghi di applicazioni social
Loghi di applicazioni social
Sabato 25 Febbraio 2023, 14:10
2 Minuti di Lettura

«Continuano a circolare con insistenza sul web video demenziali, girati durante le lezioni, che riprendono alunni intenti a deridere gli insegnanti. Tik tok, per alcuni imbecilli, è diventata una cassa di risonanza spaventosa che diffonde esempi sbagliati, quando potrebbe essere usato in maniera sana per il marketing e i messaggi sociali come avviene in molti casi». È quanto afferma in una nota il consigliere regionale di Centro Democratico Pasquale Di Fenza.

«Ho appena ricevuto l'ennesima segnalazione riguardante uno studente che canta "in faccia" alla propria insegnante. Un atteggiamento prepotente, vergognoso e poco qualificante per la scuola pubblica italiana - spiega il consigliere regionale -. Oramai giovani e meno giovani sono alla ricerca costante di like e visualizzazioni e perdono quella che è la cognizione del limite.

Coloro che svolgono una funzione pubblica non possono essere maltrattati senza che si adottino opportuni provvedimenti. Bisogna intervenire immediatamente nei confronti di coloro che riprendono le proprie demenzialità nelle scuole e nei luoghi di istruzione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA