Casa della socialità, il Vomero si riprende il deposito dei bus

di Ugo Cundari

1
  • 8
Il primo centro sociale del Vomero sta per aprire i battenti, secondo il progetto sarà pronto entro settembre, avrà sede nell'ex stazionamento dei filobus collinari, ormai palazzetto in rovina da oltre venti anni, ad angolo tra via Menzinger e via Verrotti. I lavori sono iniziati a febbraio, i tempi previsti per la consegna scadranno tra un paio di settimane, anche se il completamento delle parti idrauliche e di quelle elettriche porterà via qualche giorno in più. Ma i lavori esterni, oltre che quelli interni di tinteggiatura e di ristrutturazione, sulla facciata e sulla scalinata, sono terminati. Fino a pochi mesi fa, e per molti anni, quel deposito era diventato un edifico abbandonato e decrepito in una zona come quella di piazza Immacolata curata con vari restyling. Insomma un pugno nell'occhio, simbolo di un palazzetto destinato a invecchiare e cadere pezzo dopo pezzo per incuria e per i soliti tempi lunghi della burocrazia.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 21 Agosto 2018, 10:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-08-21 13:25:17
sono pronte solo le facciate esterne....dentro è tutto da fare secondo i tempi della burocrazia ci vogliono un paio d'anni

QUICKMAP