Non botti ma biscotti: campagna per salvare cani e gatti a Capodanno

Mercoledì 30 Dicembre 2020 di Aniello Sammarco
Non botti ma biscotti: campagna per salvare cani e gatti a Capodanno

TORRE DEL GRECO. «P ’’o primmo e ll’anno a mmezanotte nun sparate troppi bbòtte, jatte e ccane p’ ’o remmore moreno ’e vattecore. Vulite fa’ na cosa bbona? Acattatene biscotte».

Hanno scelto una poesia in napoletano i rappresentanti del corpo provinciale guardie ambientali volontarie di Napoli insieme alle guardie zoofile volontarie e all’Asl Napoli 3 Sud per invitare i cittadini a non festeggiare l’arrivo del nuovo anno con i fuochi d’artificio, al fine di non spaventare e spesso provocare la morte di gatti e cani, specie quelli randagi. «Botti? No grazie!» si legge su una foto che mostra un cane e un gatto spaventati. A tal fine i volontari citano una serie di buone regole da seguire per salvaguardare la salute degli animali da affezione, come custodirli «in modo da prevenire fughe indesiderate» e «predisporre un nascondiglio in modo che possano avere un luogo dove sentirsi protetti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA