Notte Bianca a San Gregorio Armeno: boom di visitatori nella strada dei pastori

Venerdì 27 Agosto 2021 di Antonio Folle
Notte Bianca a San Gregorio Armeno: boom di visitatori nella strada dei pastori

Una allegra fiumana umana si è riversata stasera a San Gregorio Armeno per la prima edizione della Notte Bianca post-Covid. Migliaia di persone hanno partecipato all'evento organizzato dagli artigiani napoletani, affollando la strada in un carosello di luci, colori ed emozioni. La fortissima partecipazione dei napoletani e dei turisti sembra aver sorpreso gli stessi organizzatori che forse non si aspettavano un successo simile per un evento di fine estate.

San Gregorio Armeno è stata martoriata dalla crisi economica causata dal coronavirus. Negli scorsi mesi più volte gli artigiani avevano fatto sentire la loro voce per il quasi totale azzeramento del volume d'affari provocato dal lockdown. Da alcune settimane, però - con ampia soddisfazione di tutti - si sta registrando una inversione di tenzenza e con il ritorno dei turisti non si può escludere che in pochi mesi si possa tornare ai livelli pre-Covid.

«Stasera stiamo lanciando un segnale di speranza non solo a Napoli, ma a tutta l'Italia - ha raccontato Gabriele Casillo, numero uno dell'associazione Le Botteghe di San Gregorio Armeno - crediamo fortemente alla necessità di lasciarci alle spalle la negatività e da questo punto di vista ben vengano eventi come quest'ottima che ci riportano ai tempi in cui non si pensava in alcun modo al Covid. Stasera - continua - siamo qui per guardare avanti e speriamo che anche Napoli ed i napoletani possano farlo presto».

I mesi di luglio e agosto sono stati estremamente positivi dal punto di vista economico. «Stiamo andando bene - spiega Aldo Vucai, decano degli artigiani di San Gregorio Armeno - e ce la stiamo mettendo tutta per rilanciarci dopo un periodo così complicato per tutti. La cosa più bella è sentire finalmente accenti e lingue diverse dal napoletano, simbolo evidente che a Napoli sono tornati i turisti e che finalmente si comincia a vedere la luce dopo tanto buio».

Video

E proprio di "luce" ha parlato l'assessore al Commecio del Comune di Napoli Rosaria Galiero: «Stasera San Gregorio Armeno illuminata fa da contraltare alla situazione degli scorsi mesi, quando anche questa storica strada era buia e deserta. Abbiamo ottime speranze per il futuro e ci auguriamo che non arrivi nessun evento negativo a spezzare questa atmosfera di positività che finalmente si registra. Gli strumenti li abbiamo - continua - con mascherine, distanziamento e vaccino possiamo lasciarci alle spalle il Covid e rilanciarci dal punto di vista turistico, commerciale e culturale».

Durante la festa organizzata dagli artigiani dei pastori ha fatto la sua comparsa anche la candidata sindaco Alessandra Clemente, che ha voluto portare la sua solidarietà ed il suo apprezzamento agli artigiani. «Napoli in questo momento è premiata dal turismo - afferma - e dal suo grande valore culturale. Ci sono tanti segnali positivi che vanno però coltivati. Per questo nel nostro programma per Napoli intendiamo mettere in campo la fortissima tutela delle botteghe di San Gregorio Armeno. Vogliamo lavorare per fare in modo che la crisi non possa mai essere più forte di questo artigianato che rappresenta l'identità di tutti noi napoletani».

Ultimo aggiornamento: 28 Agosto, 08:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA