Napoli, firmato l'accordo di programma per il Parco Urbano dei Camaldoli

400mila euro per manutenzione e risanamento

Napoli, firmato l'accordo di programma per il Parco Urbano dei Camaldoli
Martedì 8 Novembre 2022, 17:38 - Ultimo agg. 17:54
3 Minuti di Lettura

È stato siglato questa mattina l'accordo di programma tra il Comune di Napoli e l'Ente Parco Metropolitano delle Colline di Napoli per la realizzazione di una serie di attività di interesse comune da realizzare nel perimetro territoriale del Parco Urbano dei Camaldoli, un'area di più di cento ettari di estensione che costituisce una riserva di notevole valore naturalistico per la città, classificata come Zona Speciale di Conservazione.

Nel documento sottoscritto dal commissario pro tempore Antonio Gerbia l'Ente parco delle Colline impegnerà le squadre di Sma Campania Ambiente, per un importo di 400mila euro a valere sull'accordo di programma quadro stipulato con la Regione Campania per la manutenzione del verde orizzontale e verticale e per opere di risanamento ambientale. Il Comune di Napoli sarà invece impegnato nelle opere di riqualifica incluse nel progetto a valere sul finanziamento derivante dal Piano Strategico di Città Metropolitana, per una spesa complessiva di 1,8 milioni di euro.

«Un risultato importante e a lungo atteso - ha dichiarato la presidente della commissione Salute e Verde Fiorella Saggese - il Parco è un patrimonio incredibile in seno alla città di Napoli che grazie alla sinergia tra Regione Campania e Comune verrà di nuovo riqualificato. Come commissione stiamo lavorando da circa otto mesi a questo accordo, dopo la firma di oggi inizierà subito la parte operativa». «Una giornata storica da condividere anche con i consiglieri comunali che in commissione si sono battuti per arrivare a questo traguardo - ha dichiarato l'assessore alla Salute e al Verde Vincenzo Santagada - che inaugura una forma di condivisione e di sinergia tra enti che dovrà portare quanto prima a restituire la piena fruibilità del verde di questa importante area per tutti i cittadini napoletani».

© RIPRODUZIONE RISERVATA