Piscina Scandone chiusa dall'Asl Napoli, il presidente Federnuoto pronto a dimettersi

Mercoledì 23 Giugno 2021
Piscina Scandone chiusa dall'Asl Napoli, il presidente Federnuoto pronto a dimettersi

La chiusura della piscina Scandone, disposta martedì 22 giugno per lavori straordinari di manutenzione, ha provocato la reazione delle società napoletane di nuoto. Nella struttura di viale Giochi del Mediterraneo, ristrutturata due anni fa in occasione delle Universiadi, si stavano infatti preparando gli atleti per i campionati italiani di nuoto e di salvamento, gli spareggi promozione e salvezza A2, B e C maschile e femminile e i campionati giovanili U16 e U14 di pallanuoto.

La vicenda ha colpito anche il presidente del comitato campano della Federnuoto, l'ex campione Paolo Trapanese, che in queste ore potrebbe rassegnare le dimissioni in segno di protesta. Sul tavolo c'è anche la questione della ISL, il torneo internazionale di nuoto che si disputerà da fine agosto a fine settembre alla Scandone, con gli spazi acqua che sarebbero preclusi alle società napoletane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA