Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli, pulizie e potature ma il verde resta a terra: allarme da Ponticelli

Sabato 30 Luglio 2022 di Alessandro Bottone
Napoli, pulizie e potature ma il verde resta a terra: allarme da Ponticelli

Pulizie a metà a Ponticelli, quartiere della zona orientale di Napoli, dove negli ultimi giorni si è intervenuti sul verde degli spazi pubblici così da rimuovere degrado e pericoli. Ma le operazioni, a distanza di qualche giorno, non hanno consentito di ripristinare pienamente nè decoro nè sicurezza visto che rami, fogliame e verde infestante non sono stati ancora prelevati.

I casi “anomali” sono ben due. Il primo riguarda la biblioteca comunale di vico Santillo dove, dopo la denuncia pubblica de Il Mattino dei giorni scorsi, il Comune di Napoli ha fatto intervenire alcuni giardinieri. Gli operatori della cooperativa 25 Giugno, convenzionata con Palazzo San Giacomo, hanno lavorato due giorni sul verde del cortile della struttura pubblica riaperta soltanto da pochi giorni. «La lavorazione è stata completata», si legge sulla scheda tecnica pubblicata sul sito istituzionale ma ad oggi diversi quintali di erbacce e rovi, così come rami e fogliame, restano depositati nello spazio pubblico accanto agli arredi in legno utilizzati dagli studenti. A quanto pare l’immediato prelievo dei rifiuti è stato ostacolato dall’impossibilità di utilizzare i cancelli verso l’adiacente parco comunale, entrambi danneggiati da tempo: lo aveva fatto notare uno dei giardinieri intento al decespugliamento nel bene comunale. Nel frattempo la biblioteca è stata chiusa e riaprirà a settembre per consentire le ferie al personale. La medesima problematica si è registrata nei mesi scorsi quando i cumuli di verde restarono a terra per diverse settimane. 

 

Un’altra situazione riguarda viale Margherita, strada del centro storico di Ponticelli in cui insistono molti negozi e abitazioni, nota alle cronache cittadine per la terribile stesa di camorra dei primi di luglio. Giovedì mattina è stata realizzata la potatura su una decina di alberi a basso fusto posti lungo il marciapiede ma rami e chiome tagliati restano ai piedi dei tronchi in attesa di essere recuperati. La circostanza è stata fatta notare da una attivista ai vari amministratori nel corso dell’assemblea pubblica dell’altro giorno a Ponticelli cui ha preso parte il sindaco. Difficile immaginare il motivo del mancato prelievo. Alcuni commercianti riferiscono di aver notato, nelle ultime ore, alcuni uomini di una azienda comunale intenti a fotografare i diversi cumuli.

Agli spazi già ripuliti si aggiungono quelli ancora non curati. Aiuole, fioriere e altri pezzetti di verde nel cuore di Ponticelli necessitano di manutenzione. Un servizio ancora più essenziale se si pensa che tra qualche giorno il quartiere di Napoli Est accoglierà migliaia di persone per una antica e tradizionale festa religiosa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA