Ponticelli, gli studenti diventano guide turistiche subacquee con un corso

Giovedì 8 Luglio 2021 di Alessandro Bottone
Ponticelli, gli studenti diventano guide turistiche subacquee con un corso

Avvicinare i giovani allo sport e, in particolare, alle attività subacquee. Parte il progetto di educazione motoria e sportiva dell'istituto superiore Archimede di Ponticelli, nella zona orientale di Napoli, che coinvolge studenti dai 15 ai 17 anni in un percorso di formazione come guida turistica archeologica subacquea. In particolare, i quindici studenti prenderanno parte a una attività formativa guidata da un istruttore senior con la possibilità di conseguire il brevetto di salvamento e di specializzarsi quali figure professionali specifiche da accompagnare al corso di indirizzo turistico, uno dei cinque attivati presso l'istituto di via Emilio Salgari.

Il corso di formazione subacquea, della durata di trenta ore, sarà tenuto dal master instructor SSI Alberto Dello Iacono con il supporto di due divemaster e prevede sette lezioni specifiche sia in aula che in piscina. I giovani impareranno la pratica di galleggiamento, l'utilizzo delle attrezzature e svolgeranno approfondimenti sul corpo umano in immersione. Prevista anche una uscita in mare, a Capo Miseno, per la lezione di snorkelling. Il progetto nasce dalla sinergia dell'istituto superiore Archimede con la Lapilli Etna Tours nell'ambito del Piano Scuola Estate finanziato dalla Comunità Europea e messo in atto con il Pon Apprendimento e Socialità “Un ponte per...Archimede summer school”. L'iniziativa è patrocinata dal Comune di Napoli - che mette a disposizione gratuitamente la piscina Felice Scandone di Fuorigrotta - e si svolge in collaborazione con il comitato civico di Ponticelli “Porchiano Bene Comune” e del Napoli Est Rotary Club.

C’è una sfida più grande, ovvero quella di fondare una associazione che metta insieme i partecipanti al progetto che intendono proseguire nella formazione e nella specializzazione nella figura di guide turistiche archeologiche subacquee. Intanto, si lavorerà per attivare moduli anche nei prossimi mesi così da coinvolge altri studenti dell'istituto che, grazie a duecentomila euro di finanziamenti pubblici, ha coinvolto ragazze e ragazzi in una serie di attività così da incentivare la socializzazione, sacrificata in tempo di restrizioni per la pandemia, puntando su attività sportive e utilizzando gli spazi aperti nel rispetto delle misure anti-covid. 

 

«Sono veramente lieta ed orgogliosa di presentare il “Piano Scuola Estate” del nostro istituto: abbiamo avanzato le nostre candidature con programmazioni specifiche per ottenere finanziamenti ad hoc, per realizzare attività e laboratori estivi per i nostri alunni che hanno vissuto momenti di disagio ed isolamento sociale a causa della pandemia» afferma Mariarosaria Stanziano, dirigente scolastica dell'istituto superiore Archimede di Ponticelli, che spiega: «Circa 200mila euro - tra fondi ministeriali e della Comunità Europea - per un ventaglio di offerta formativa, sportiva, relazionale, ricreativa ed “imprenditoriale” ampio e variegato: dall'equitazione, al volley, dalla ceramica alle attività teatrali per l'educazione civica, da i viaggi in crociera (Mediterraneo, Barcellona, Malta, Grecia e Slovenia) ai soggiorni residenziali per accrescere le competenze turistiche ed imprenditoriali presso il Bioparco del Mediterraneo di Castel Volturno e l'Hotel La Primula di Pescasseroli, ai corsi per le rafforzare le abilità di base linguistiche e matematiche». «Il nostro fiore all'occhiello - evidenzia la preside Stanziano - è il corso di avvicinamento alla subacquea condotto dall'istruttore Master Alberto dello Iacono, patrocinato dal Comune di Napoli, grazie all'attenzione ed alla cura dell'assessore allo Sport Ciro Borriello, che si svolgerà presso la storica piscina Scandone e in acqua libera a Capomiseno. Sponsor dell'iniziativa, il Tour operator Svetatour che ha donato alla scuola e ai ragazzi, maschere, boccagli e pinne per un indimenticabile tuffo nel blu». L'istituto Archimede di Ponticelli accoglie oltre 1.100 studenti tra diurno e serale. Cinque gli indirizzi attivati: liceo artistico; Costruzioni, ambiente e territorio (ex geometra); Amministrazione, finanzia e marketing (ex ragioneria); due indirizzi tecnici: turistico e grafica/comunicazione.

«È un vero piacere come comitato aver contribuito alla realizzazione di questo importante progetto per il nostro territorio. La sinergia di tante belle e importanti realtà che si interessano al nostro quartiere è una grande soddisfazione» afferma Salvatore Palantra, presidente del comitato civico Porchiano bene comune, che aggiunge: «Ponticelli non deve essere agli onori della cronaca solo per i fatti accaduti negli ultimi tempi. Ben vengano, invece, iniziative in cui si parli di piscine, formazione, giovani, Rotary, attività subacquee, scuole eccellenti e soprattutto supporto delle istituzioni come in questo caso del Comune di Napoli».

Ultimo aggiornamento: 18:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA