Napoli Est, topi e insetti nelle aree a ridosso del Palavesuvio di Ponticelli

Giovedì 2 Settembre 2021 di Alessandro Bottone
Napoli Est, topi e insetti nelle aree a ridosso del Palavesuvio di Ponticelli

Topi e insetti invadono le enormi aree incolte a ridosso del Palavesuvio di Ponticelli, nella zona orientale di Napoli, nelle quali le sterpaglie hanno raggiunto altezze considerevoli. Non mancano rifiuti di ogni genere tra questi spazi incastrati tra via Fausto Coppi, via Luigi Napolitano, la sede dell'azienda comunale Abc Napoli e la chiesa di San Giuseppe.

Si tratta di aree abbandonate da diversi lustri per i quali già da tempo si parla di riqualificazione nell'ambito del piano di recupero urbano del quartiere Ponticelli. Nel lontano 2019, in occasione delle Universiadi ospitate nell'adiacente struttura sportiva comunale, le aree erano state circoscritte con dei teli scuri. Una operazione che, a distanza di poche settimane, si è rivelata inutile e pericolosa visto che le intemperie hanno facilmente distrutto la debole recinzione. Allora l'intervento era stato giustificato quale tentativo per evitare ulteriori sversamenti illeciti di rifiuti negli spazi.

 

A distanza di due anni la situazione risulta particolarmente peggiorata. Ai rifiuti scaricati da passanti e residenti - ci sono materiali di ogni genere - si aggiungono insetti e roditori, specie a ridosso dei cassonetti della spazzatura colmi già in tarda mattinata. Queste aree rientrano in quelle della cosiddetta ‘spina CIS’, ovvero una spina di servizi e attrezzature da realizzare nell’ambito dell’accordo di programma per l’edilizia residenziale pubblica e per lo sviluppo urbano stipulato nella primavera del 2020 tra Regione Campania e Comune di Napoli. Saranno necessari diversi anni prima di vedere rivalutata questa zona del quartiere di Napoli Est a ridosso della quale vivono migliaia di persone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA