«Ridere fa bene alla salute», Maurizio Casagrande al Policlinico Federico II

«Ridere fa bene alla salute», è il titolo del prossimo appuntamento di #nonsolomedicina, ciclo di eventi promosso dalla Scuola di Medicina e Chirurgia e dall’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II. Ospite d’eccezione è l’attore e regista Maurizio Casagrande che incontrerà studenti, docenti e professionisti della salute giovedì 7 dicembre, a partire dalle 15, nell’Aula Magna “Gaetano Salvatore”.

Cinema, teatro e letteratura fondano gran parte del loro successo sulla capacità di regalare momenti di spensieratezza e felicità a chi deve affrontare, quotidianamente, le dure battaglie della vita. Sebbene Umberto Eco ci ricordi che Kant, Hegel, Baudelaire, Freud, Pirandello hanno cercato, invano, di spiegare come nasce il motto di spirito, è innegabile che il riso abbia una valenza terapeutica. Ridere fa bene alla salute, insomma.

Non è un caso dunque che nell’ambito della rassegna #nonsolomedicina siano ospitati periodicamente, accanto a personalità della scienza, della cultura, dello sport, anche attori comici di successo nel panorama nazionale, come Vincenzo Salemme ed Alessandro Siani, protagonisti di precedenti appuntamenti.

Partenopeo doc, interprete di tante commedie all’italiana, regista dei fortunati “Una donna per la vita” e “Babbo Natale non viene da nord”, figlio d’arte, Maurizio Casagrande, si racconterà partendo dai suoi studi al Conservatorio in piano e contrabasso fino alla scelta, quasi casuale, di diventare attore, intervistato da Ignazio Senatore, psichiatra e critico cinematografico.

Ad introdurre l’incontro, il Presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia, Luigi Califano e il Direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II, Vincenzo Viggiani: «Siamo lieti di ospitare un grande protagonista della tradizione artistica teatrale e cinematografica partenopea. Sulla scia dei precedenti appuntamenti con gli attori Alessandro Siani e Vincenzo Salemme, #nonsolomedicina prosegue il calendario di incontri dedicati a regalare momenti di evasione e a sottolineare il valore della comicità, elemento utile a qualunque percorso di cura e guarigione», spiega Califano.

«Il sorriso è un potente strumento di comunicazione ed è fondamentale nella fase di accoglienza dei pazienti e durante tutto il percorso assistenziale. Gli incontri di #nonsolomedicina sono utili a riflettere, a confrontarsi, ma anche a riconquistare una sana leggerezza da condividere tra professionisti della salute e pazienti», aggiunge  Viggiani.

Un ciclo sempre più ricco quello di #nonsolomedicina che, dopo gli incontri con gli scrittori Maurizio De Giovanni ed Erri De Luca, con il musicista Edoardo Bennato, con gli attori Vincenzo Salemme e Alessandro Siani ed i medici Gennaro Rispoli, Gino Strada e Pietro Bartolo, conferma la validità di un progetto aggregante per gli studenti e i docenti della Scuola di Medicina e Chirurgia e per i professionisti dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II e rappresenta un percorso divulgativo, aperto sempre a tutti i cittadini interessati.
Mercoledì 6 Dicembre 2017, 17:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP