Rifiuti, a Napoli arriva la «tariffa puntuale»: card elettronica e sconti sul riciclo

Giovedì 7 Marzo 2019
A Napoli partirà in via sperimentale la tariffa puntuale, un sistema di controllo per cui chi più ricicla meno paga. Lo ha annunciato l'assessore all'Ambiente, Raffaele Del Giudice, a margine della presentazione della manifestazione 'Carta al tesorò. Il via alla sperimentazione dovrebbe essere nel secondo semestre del 2019. «Quest'anno - ha sottolineato Del Giudice - si può già registrare una riduzione della tariffa grazie al lavoro di efficientamento fatto dal Comune e dal management di Asia a cui abbiamo dato mandato per avviare la sperimentazione della tariffa puntuale con cui aumenteremo anche l'efficienza elettronica dei controlli».

Al momento, l'Asia sta valutando le diverse tecnologie da poter mettere in campo e successivamente sarà condivisa con l'amministrazione comunale la zona della città in cui avviare la sperimentazione. Il sistema puntuale sarà effettuato sulla raccolta del rifiuto indifferenziato attraverso il sistema di raccolta stradale. «Sappiamo - ha spiegato il presidente Asia, Francesco Iacotucci - che il sistema puntuale nel 90 per cento delle applicazioni è su sistema stradale che può essere anche più economico rispetto al porta a porta e permettere una riduzione anche importante della tariffa».

Nel quartiere scelto - ha riferito Iacotucci - «saranno poste le attrezzature stradali necessarie e a ogni nucleo abitativo sarà consegnata una card elettronica con cui aprire il bidone dell'indifferenziato e depositare i rifiuti. In questo modo - ha evidenziato - si andrà a contare letteralmente la quantità di rifiuto indifferenziato depositata e si potrà verificare anche la virtuosità dei cittadini». Il sistema di controllo elettronico permetterà all'Asia di controllare anche il fenomeno della migrazione dei rifiuti e di capire come il cittadino risponde a un sistema vincolante.

 Ultimo aggiornamento: 8 Marzo, 07:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA