San Gregorio Armeno, inaugurata la 151esima edizione della Fiera di Natale: «Sì alle luminarie e senso unico alternato»

San Gregorio Armeno
San Gregorio Armeno
di Emma Onorato
Martedì 22 Novembre 2022, 18:28 - Ultimo agg. 23 Novembre, 15:00
4 Minuti di Lettura

«Un pensiero a tutti i maestri pastorali che portano avanti una tradizione molto importante per la nostra città. Il presepe fa parte della nostra identità, e noi dobbiamo valorizzare, accompagnare, e rafforzare tutti coloro che portano avanti questa grande tradizione che dà un grande contributo alla città di Napoli», con queste parole il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, inaugura la 151esima edizione della Fiera di Natale dei presepi di San Gregorio Armeno. Quest'anno a causa dell'allerta meteo non è stato possibile fare la tradizionale passeggiata tra le botteghe dei maestri artigiani. La cerimonia inaugurale, infatti, si è svolta a pochi passi dalla via dei presepi: nel chiostro di San Lorenzo Maggiore.

Per l'evento è stata scelta una napoletana doc come madrina, ovvero Marisa Laurito, un volto molto caro ai napoletani: «L'arte presepiale è una delle tradizione napoletane più belle che abbiamo. Sono tanti i ricordi che mi legano al presepe, fa parte della mia infanzia», racconta l'attrice. Una tradizione che le riaccende il ricordo di quando recitava Natale in casa Cupiello insieme ad Eduardo De Filippo, ma anche le lunghe passeggiate che faceva in compagnia di Luciano De Crescenzo: «San Gregorio Armeno è sempre stata una tappa fissa. Tutte le volte che venivo a Napoli con Luciano, sceglievamo di fare una passeggiata lungo la via dei presepi. Mentre camminavamo mi raccontava la storia di Benino, e io l'ascoltavo, ogni volta, come fosse la prima volta».  

Video

Quest'anno la natalità - rappresentata nel presepe - simboleggia anche la rinascita di San Gregorio Armeno. Un'analogia che - considerando il grande ottimismo che ripongono gli artigiani in vista del prossimo Natale - prende forma con spontaneità: «Quest'anno siamo molto fiduciosi. È il primo anno dopo il momento buio che abbiamo vissuto - commenta Vincenzo Capuano, presidente dell'associazione Le botteghe di San Gregorio Armeno, in riferimento alla luce che si vede dopo il tunnel della pandemia -  già nel primo week end dei morti abbiamo registrato grandi presenze. C'è tanta voglia di fare». In vista del Natale in città è previso l'arrivo di oltre 1milione di turisti. Numeri da record. Così il maestro artigiano porta l'attenzione sul tema del flusso turistico a San Gregorio Armeno. «In settimana ho avuto un incontro con l'assessore alla sicurezza e l'assessore al turismo del Comune di Napoli. L'amministrazione proponeva un senso unico a salire, mentre io, in qualità di presidente dell'associazione, ho fatto richiesta di un senso unico alternato - poi specifica - Un weekend a salire e uno a scendere per non scontentare nessun artigiano di San Gregorio». Sul tema interviene anche l'assessore al Turismo del Comune di Napoli, Teresa Armato, che dichiara: «Stiamo lavorando sia con i commercianti che con l'assessore alla sicurezza, Antonio De Iesu, e la polizia municipale, per concordare il senso unico in modo da assicurare ai cittadini - e ai turisti - di percorrere la strada in sicurezza, e al contempo, di garantire ai commercianti e agli artigiani di fare il loro mestiere». La misura quindi prevederà un dispositivo analogo a quello degli anni scorsi con la possibilità di alternare il flusso turistico. «Dovrebbe partire sabato - aggiunge il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi - stiamo firmando l'ordinanza». Il primo cittadino torna anche sul tema della sicurezza - molto caro ai commercianti - e ricorda che la questione non dipende solo dal Comune: «Ne abbiamo parlato in prefettura e abbiamo fatto un comitato anche in presenza del ministro degli Interni, proprio per rafforzare quelli che sono i dispositivi di controllo, non solo al centro storico, ma in tutta la città». Ma quando si pensa al Natale è inevitabile chiedersi - considerando il delicato momento legato alla crisi energetica - se quest'anno sarà accompagnato dalle luminarie. Così il sindaco fa chiarezza: «Noi dobbiamo tenere conto della crisi energetica quindi ci saranno le luminarie ma con sobrietà. Abbiamo trasferito delle risorse economiche alle 10 municipalità. Il finanziamento - concordato insieme alla città metropolitana - prevede 150mila euro da assegnare ad ogni municipalità. Risorse che tengono conto anche dei consumi energetici», conclude Manfredi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA