Covid a Napoli, a San Gregorio Armeno senso unico pedonale: bus turistici, scatta lo stop

Venerdì 26 Novembre 2021 di Luigi Roano
Covid a Napoli, a San Gregorio Armeno senso unico pedonale: bus turistici, scatta lo stop

La strada dei pastori a senso unico a partire dal 4 dicembre e fino al 24. Per 15 giorni su 20 in via San Gregorio Armeno ci sarà il senso unico pedonale con l'opzione da parte dei vigili urbani di chiudere l'ingresso ai pedoni alla strada più famosa del mondo in caso di «eccessivi assembramenti». Eccola la bozza dell'ordinanza del sindaco Gaetano Manfredi per un Natale tranquillo sotto il profilo dell'ordine pubblico e anche per contenere il Covid, una misura, quella del senso unico per i pedoni, per «facilitare il distanziamento sociale» che da 2 anni - assieme alle mascherine e ai vaccini - è tra gli strumenti per contenere l'aggressività del virus. Oggi la bozza dell'ordinanza - alla quale hanno lavorato assieme al sindaco gli assessori Antonio De Iesu ed Edoardo Cosenza - sarà oggetto della discussione del Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica che si terrà in mattinata in Prefettura. E a Palazzo di Governo prenderà corpo anche il provvedimento per disciplinare la movida, vale a dire contingentare gli orari e soprattutto i consumi dei superalcolici. Il modello San Gregorio Armeno potrebbe essere adottato per quelle aree come Piazza San Giovanni Maggiore dove la concentrazione ha una densità altissima.

Quali sono i giorni in cui via San Gregorio Armeno sarà a senso unico pedonale dalle 9 alle 21? Il 4 e il 5 dicembre si tratta di un fine settimana; 7 e 8, 10, 11, 12 da sabato 18 a giovedì 23 dicembre. Infine il giorno della vigilia, il 24, ma con orario ridotto cioè dalle 9 alle 15. Nella sostanza per 15 giorni la via dei pastori sarà accessibile solo da un lato e a determinate condizioni. Il senso unico pedonale di via San Gregorio Armeno partirà dall'intersezione con via San Biagio dei Librai in direzione Piazza San Gaetano. Vale a dire che chi si trova dal lato di Piazza San Gaetano non potrà imboccare la strada dei pastori. La novità che introduce Manfredi rispetto al passato, è l'istituzionalizzazione dei flussi della strada dei pastori. Sono previste zone di filtraggio e prefiltraggio da parte della Protezione civile. Per il resto restano in vigore le ztl e le aree pedonali che sostanzialmente includono tutti i decumani. Nell'ordinanza sindacale si batte molto sul tasto dell'incolumità perché «sono compromessi gli standard minimi di sicurezza». Anche il Covid e la pandemia hanno inciso molto nelle decisioni prese da Palazzo San Giacomo. «Le concentrazioni di visitatori possono potenzialmente favorire una diminuzione dei parametri di distanziamento contribuendo alla diffusione del contagio».


Il piano traffico di Natale verrà chiuso stamane in giunta prima di andare in Comitato. E sarà in vigore dal 4 dicembre al 9 gennaio. Una materia che attiene all'assessore Cosenza che ha la delega specifica. A Napoli non ci sono state disdette dei visitatori, ci sarà il pienone di turisti fino al nuovo anno. E il punto di partenza è questo nella consapevolezza di non volere tarpare le ali allo shopping natalizio. In questo senso la problematica principale è quella di evitare intasamenti è così che è arrivata la decisione di inibire ai bus turistici di arrivare in centro. Sono previste tre aree di parcheggio: quella adiacente il parcheggio Brin, l'area di sosta dello stadio Maradona e quella di Scampìa-Chiaiano. Per parcheggiare c'è bisogno di una prenotazione da fare all'Anm. Nell'area Brin il costo del parcheggio è di 70 euro al giorno. Qui sono previste navette di collegamento con il centro della città. Al Maradona e a Scampìa-Chiaiano, come incentivo per parcheggiare anche in questi siti, è previsto uno sconto di 20 euro. Da verificare la disponibilità delle navette, ma tanto a Fuorigrotta quanto nella zona nord insistono metropolitane e Cumana quindi il collegamento con le zone dello shopping e dei musei è garantito già. Individuare in quelle aree i parcheggi dei bus turistici è anche un modo per far scoprire pezzi di città che non sono coinvolti nei grandi flussi turistici. Per questo motivo non sono esclusi eventi. Questo lo schema di partenza del piano traffico di Natale attivo nei giorni prefestivi, festivi e quelli dove si ritiene che l'afflusso sarà maggiore. Novità anche a Chiaia dove verrà riattivato il varco di via Morelli.

Video

 

Ultimo aggiornamento: 27 Novembre, 08:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA