«Sei nuove isole pedonali a Napoli», partenza dai Tribunali prima di Natale

Mercoledì 5 Dicembre 2018 di Pierluigi Frattasi
Il Comune di Napoli punta sulla mobilità sostenibile. In arrivo sei nuove aree pedonali e l'estensione di Ztl già esistenti in città alla Sanità, ai Quartieri Spagnoli, in via Ferdinando Russo e alla Gaiola. Le zone rosse, offlimits alle auto private, saranno protette da una selva di telecamere. Si parte già entro Natale con la pedonalizzazione dei Tribunali dall'intersezione con via Duomo fino all'intersezione con via Atri e via Nilo. A queste si aggiungerà una Ztl commerciale per il trasporto delle merci in città, con il progetto Nausicaa (Napoli Area Urban Smart Innovative distribution Centre for Art Cities). Ma sono previste anche Ztl temporanee, come quella per le Universiadi, che andrà dal Porto a Fuorigrotta, passando per via Acton e via Caracciolo, per consentire agli atleti che alloggeranno sulle navi di raggiungere i campi sportivi e il San Paolo: sarà attiva da giugno 2019 fino al termine della manifestazione e solo per poche ore al giorno. Per il potenziamento delle Ztl, il Comune ha previsto nel Dup 2019-2021 (il Documento unico di programmazione) ben 300mila euro. «Perché investire sulle Ztl? Perché aiutano a restituire porzioni di città ai napoletani spiega l'assessore ai Trasporti, Mario Calabrese - liberando le zone più congestionate, i vicoli più stretti, dal traffico privato».
 
L'area pedonale di via dei Tribunali sarà la prima a partire. «Contiamo di approvare a breve la delibera - spiega Calabrese - e di attivare prima di Natale i primi 3 varchi, in modo da liberare personale di Polizia Locale da utilizzare per presidiare alcuni incroci e per vigilare sull'accesso dei bus turistici durante le feste». Dopo un periodo di sperimentazione, l'area pedonale entro fine anno, quindi, diventerà definitiva. I tre varchi saranno in via Tribunali (angolo via Nilo), vico Cinque Santi (angolo via dell'Anticaglia), vico Gerolomini (angolo via San Giuseppe dei Ruffi). Il perimetro dell'area pedonale dei Tribunali va dall'intersezione con via Duomo fino a via Atri e via Nilo, comprensivo delle stradine che si vi si innestano, fino a via Pisanelli, via Anticaglia e via San Giuseppe dei Ruffi. In particolare, l'area comprenderà: piazza dei Gerolomini, vico dei Gerolomini, piazza San Geatano, vico Giganti, piazzetta Giganti, vico Cinque Santi, vico San Pellegrino, vicoletto I San Paolo, vicoletto II San Paolo, vico Scorziata, Fondaco San Paolo, via San Paolo, vico Storto Purgatorio ad Arco, vico Purgatorio ad Arco.

Sarà rafforzata la Ztl di Marechiaro e saranno protette da telecamere la Ztl della Gaiola e di via Ferdinando Russo. Anche in questo caso, il dispositivo sarà reso stabile, con nuove telecamere a presidio dei varchi (oggi presenti solo su un lato). Entro il 2019 si prevede di istituire la Ztl dei Vergini alla Sanità e quella dei Quartieri Spagnoli, zona via Speranzella, analogamente anche al Vomero si prevede di estendere la Ztl sul lato di via Morghen. Tutto come concordato con le Municipalità.

Allo studio «un'ampia Ztl del centro della città da far partire in occasione delle Universiadi del 2019». Collegherà Porto, via Colombo, via Acton, Lungomare Caracciolo, galleria Laziale fino allo Stadio San Paolo e sarà protetta da telecamere. Oltre alle navette degli atleti potranno passare solo mezzi pubblici (bus e taxi) e di soccorso.

Per sostenere le Ztl, il Comune ha potenziato i parcheggi di interscambio a contorno della città. Tra le nuove strutture, ad esempio, il parcheggio di San Giovanni da 500 posti auto, presso la Linea 2, e a Bagnoli quello di viale della Liberazione da 400 posti, affidato ad Anm, così come il car valet di via Mancini. Altri parcheggi in arrivo sono quelli di interscambio delle stazioni Linea 1 Capodichino, Piscinola-Scampia, ampliamento Chiaiano e Linea 2 San Giovanni-Università, piazza Leopardi.

Nei prossimi tre anni, Palazzo San Giacomo prevede quasi il raddoppio delle piste ciclabili cittadine che passeranno da 20 a 37 km. Tra i nuovi percorsi dedicati alle due ruote, Corso Umberto I, viale Dohrn, piazza della Repubblica e via Beccadelli, mentre sarà interamente rifatta quella di Viale Augusto. © RIPRODUZIONE RISERVATA