Spaccanapoli 2021, Napoli riparte di corsa: campioni e dilettanti a piazza Municipio

Domenica 24 Ottobre 2021 di Gianluca Agata
Spaccanapoli 2021, Napoli riparte di corsa: campioni e dilettanti a piazza Municipio

Napoli torna a correre e forse è anche giusto che la prima gara che apre il sipario sia la Spaccanapoli. Alle spalle il Covid, alle spalle la pandemia. L'appuntamento è per questa mattina alle 8.30 del mattino in piazza Municipio per la 38esima edizione della Spaccanapoli 2021, la storica gara podistica giunta alla 38esima edizione che quest'anno ha una valenza particolare: sarà la prima corsa del post-pandemia in città, un segno di speranza per tutti gli appassionati di sport campani. Maratona Spaccanapoli è nata il 17 ottobre del 1982, quando l'Unione Italiana Sport per Tutti ha organizzato la prima edizione. Al successo della kermesse hanno contribuito nelle passate edizioni migliaia di amatori partenopei e atleti professionisti del calibro di Franco Fava, Michelangelo Arena, Totò Antibo, il marocchino El Cherkaoui e i campani Genny Di Napoli, Giovanni Ruggiero e la campionessa europea di maratona Maria Guida. Da allora tanta acqua è passata sotto i ponti. E probabilmente sarà anche la prima per Emanuela Ferrante, neo assessore allo sport del Comune di Napoli alle prese con le mille emergenze che questa città impone, anche sportive: dai contratti alle palestre, alla manutenzione degli impianti sportivi, dai grandi eventi alle esigenze dello sport di base. La Spaccanapoli 2021 è proprio una cartina tornasole degli sport di base. I numeri sono già incoraggianti: sono state superate le 700 iscrizioni tra la gara competitiva e non competitiva (10 km) e la passeggiata sportiva (5 km). Il via è previsto in piazza Municipio alle 8.30 e ci si dirigerà verso piazza Garibaldi, quindi rientrando da corso Umberto I si salirà da via Monteoliveto verso piazza del Gesù per immergersi nei vicoli di Spaccanapoli, tornando verso piazza Dante e raggiungendo nuovamente il Maschio Angioino per il traguardo dopo aver percorso via Toledo fino a piazza Trieste e Trento, con i primi arrivi in programma dopo meno di un'ora dalla partenza. 

Il piano traffico prevede la chiusura, fino a cessate esigenze, di Piazza Municipio - via Verdi - via San Carlo - via Vittorio Emanuele III - piazza Municipio - via Medina - via Guglielmo Sanfelice - piazza Bovio - corso Umberto I - piazza Nicola Amore - corso Umberto I civ. 239. Il giro di boa a fine corso Umberto I (Piazza Garibaldi) - Corso Umberto I civ. 170 - piazza Nicola Amore - corso Umberto I - piazza Bovio - via Guglielmo Sanfelice - via Monteoliveto - calata Trinità Maggiore - piazza del Gesù Nuovo - via Benedetto Croce - piazza San Domenico Maggiore - piazzetta Nilo - via San Biagio dei Librai - via Duomo - via Tribunali (senso contrario) - piazza Miraglia - via San Pietro a Majella - strada Santa Maria Costantinopoli - via Conte di Ruvo - via Pessina - piazza Dante - via Pessina - piazza Carità - via Toledo - piazza Trieste e Trento - via San Carlo - via Vittorio Emanuele III - via Cristoforo Colombo - via Alcide de Gasperi - via Agostino Depretis - piazza Municipio (Arrivo). Ai partecipanti sarà consegnata una medaglia speciale con l'incisione del Maschio Angioino, un conio della Uisp Napoli che sarà presentato oggi. 

 

L'organizzazione sarà curata da Uisp Napoli e Asd Stabiaequa Half Marathon, con il patrocinio di Comune di Napoli e Coni Campania. Sinergia anche con la Neapolis Marathon che sarà il secondo appuntamento podistico partenopeo in programma il prossimo 14 novembre. Due le gare in programma, la maratona di 42,195 km e la mezza di 21,097 cui si aggiungono gare ludico motorie di 2, 8 e 10 km. Un percorso che prevede una doppio passaggio all'interno del Molo San Vincenzo. Il 5 dicembre sarà poi la volta degli ultramaratoneti a dilettarsi nella Sorrento-Positano in una 54 e 27 km organizzata da quella Napoli Running che ha il suo appuntamento clou a febbraio, il 27 febbraio con l'edizione 2022 della Napoli City Half Marathon che nel 2020, ultima gara internazionale prima del lockdown per Covid, portò a Napoli più di 6.000 partecipanti. Data che vai, manifestazione che trovi. L'importante è correre gioendo delle bellezze che questa città offre alle decina di migliaia di runner impegnati. 

Ultimo aggiornamento: 21:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA