Stadio Collana, Sandro Cuomo: «Il tempo passa, lo sport annaspa»

Sabato 9 Gennaio 2021 di Diego Scarpitti
Sandro Cuomo

Anno nuovo, vecchi problemi insoluti. Nell’agenda del decisore pubblico lo sport viene confinato all’ultimo posto, tralasciando la sua funzione sociale e l’impatto benefico e non invasivo sul Servizio sanitario nazionale e locale. Resta una ferita aperta che lascia ancora il segno lo stadio Collana, chiuso ormai da gennaio 2017. Tre anni sottratto alla fruizione della collettività tra ritardi, «varie e gravi criticità», palude burocratica. Permane lo stallo nell’imbarazzante silenzio.

Impianto vomerese «tra color che son sospesi». Non serve scomodare il sommo Dante e il II canto dell’Inferno per indicare lo stato di incertezza e di attesa. «Cosa accade al Collana? Il tempo passa, lo sport annaspa. Se a qualcuno interessa il futuro della nostra città e dei nostri figli sportivi, batta un colpo», chiede Sandro Cuomo, che guida il Comitato delle Associazioni che operavano nella struttura collinare.

La deliberazione della Giunta campana 454 del 3 agosto 2020 incaricava commissario ad acta l’architetto Pasquale Manduca per un periodo non superiore a quattro mesi a decorrere dalla data di notifica del decreto di nomina (numero 122 del 19 agosto 2020), con obbligo di relazionare ogni mese. Provvedimento resosi necessario per adottare atti necessari a tutelare la sfera giuridico-patrimoniale dell’Amministrazione regionale e ad assicurare il perseguimento dell’interesse pubblico.  

«Nello scorso mese di agosto la Guardia di Finanza evidenziava, in un comunicato stampa, una serie di criticità in merito all’affidamento dell’impianto, emerse a seguito delle indagini della Procura regionale presso la Corte dei Conti. A seguito di ciò, l’ufficio regionale competente veniva commissariato», ricorda Cuomo, che tiene a sottolineare un passaggio. «Il commissario in carica da settembre 2020 avrebbe dovuto consegnare le sue memorie entro dicembre ma, ad oggi, ancora non si sa nulla». Commissario istituito dal presidente Vincenzo De Luca per far luce sulla convenzione per l’affidamento in gestione e l’utilizzo del complesso sportivo.

«Ci siamo messi completamente a disposizione del commissario, ma non abbiamo avuto risposta. Abbiamo chiesto quali fossero gli esiti degli approfondimenti, ma nessuna risposta. Abbiamo fatto richiesta di accesso agli atti, ma è stato denegato», prosegue Cuomo.

I tempi si sono allungati per il dilagare della pandemia. «Questa battuta di arresto delle attività causa Covid-19 non poteva essere il momento migliore per affrontare i lavori di ristrutturazione?», si chiede l’Hall of Fame. «Sul fronte lavori è tutto fermo, perchè?». Irrisolti i quesiti posti dal campione olimpico napoletano.

Velo di Maya. «Quale mistero si cela dietro l’operazione Collana, tanto da tenere così nascoste tutte le informazioni relative al suo affidamento?». Non si dà pace Sandro Cuomo. Dubbi condivisi con le associazioni napoletane. Argomento intricato e spinoso. Intanto si aggiungono ritardi e le soluzioni appaiono lontane. Aumenta il disagio dei giovani e degli sportivi. All’emergenza non c’è mai fine, anche nel 2021.

© RIPRODUZIONE RISERVATA