Tombe antiche sotto il palazzo comunale: a Castellammare la storia racconta del post eruzione del 79 d.C.

Domenica 24 Gennaio 2021 di Titti Esposito
Tombe antiche sotto il palazzo comunale: a Castellammare la storia racconta del post eruzione del 79 d.C.

Uno scavo sotto il palazzo comunale porta alla luce antiche tombe di epoca romana. Succede a Castellammare, nel centro antico, durante i lavori di ristrutturazione del Comune. L'annuncio del sindaco Gaetano Cimmino, anche sui social.
"Nel corso dei saggi richiesti dal Mibact per i lavori di ristrutturazione di Palazzo Farnese, nell'atrio sono state rinvenute antiche strutture. Stando alle prime informazioni raccolte si tratterebbe di alcune tombe degli antichi abitanti di Stabiae che ripopolarono la zona dopo la terribile eruzione del Vesuvio del 79 d.C. Una scoperta o “riscoperta”, come avranno modo di dirci gli archeologi e la Soprintendenza nei prossimi giorni, a meno di un metro dalla pavimentazione dell’atrio della sede del Comune di Castellammare di Stabia".

Pezzi di storia di un infinito mosaico ancora tutto da scoprire nella città di Castellammare. Le operazioni di scavo, infatti, confermano ancora una volta quanto il territorio sepolto con Pompei ed Ercolano nella famosa eruzione raccontata in diretta da Plinio il Vecchio, sia ricco di bellezza e di Storia, come intuito già tanti anni fa dal preside archeologo Libero D’Orsi che fu fra i primi a raccogliere le testimonianze della storia di epoca romana dell'ager stabianus. Resti storici da qualche mese in bella mostra nel Museo Archeologico di Palazzo Reale di Quisisana a lui dedicato. Il Museo, inaugurato nel 2020 e chiuso per un breve periodo a causa dell’emergenza Covid, e ormai pronto nuovamente a mostrare i propri tesori ai visitatori.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA