«Vedi Napoli e poi... torni», il progetto del Comune di Napoli tra eventi dal vivo e percorsi guidati

«Vedi Napoli e poi... torni», il progetto del Comune di Napoli tra eventi dal vivo e percorsi guidati
di Emanuela Di Pinto
Mercoledì 27 Luglio 2022, 18:30 - Ultimo agg. 28 Luglio, 08:06
4 Minuti di Lettura

Si può diventare turisti della propria città? A questo punta l'ambizioso progetto del Comune di Napoli «Vedi Napoli e poi...torni» presentato questa mattina nella Sala dei Baroni del Maschio Angioino alla presenza dell'assessora al turismo Teresa Armato, l'assessore al turismo della regione Campania Felice Casucci, il sindaco Gaetano Manfredi e Ferdinando Tozzi, delegato all' industria musicale e all'audiovisivo. Un progetto turistico - finanziato dalla Regione Campania con Fondi Poc 2014/2020 - Piano Strategico per la Cultura e i Beni Culturali 2022 e promosso dall’assessorato al Turismo e alle Attività Produttive del Comune di Napoli - che punta a rendere Napoli una città molto più partecipativa non solo per i turisti ma anche per i cittadini che hanno voglia di scoprire qualcosa in più riguardo il territorio.

Grazie alla preziosa collaborazione delle 10 Municipalità si è riusciti a mettere in piedi una realtà capace, attraverso musica, arte e spettacolo, di rivalutare zone “nascoste della città”. «Da oggi alle prossime settimane mostreremo la vivacità artistica e culturale di una Napoli sempre più poliedrica con oltre 100 appuntamenti nelle municipalità tra percorsi guidati e concerti di diversi generi musicali, con protagonisti artisti di diverse generazioni» ha dichiarato l'assessora Armato. «Voglio ringraziare l'assessore Casucci e la regione tutta, per averci fatto utilizzare i fonti Poc (Piano strategico per la cultura e i beni culturali 2022)» ha concluso. 

«Con questo progetto finalmente si guarda a Napoli nella sua complessità ed ampiezza» ha dichiarato l'assessore Casucci durante il suo intervento. «Una nuova occasione per accogliere visitatori, non solo facendo conoscere le bellezze artistiche e architettoniche della città, ma per raccontare anche la sua napoletanità».Gli appuntamenti, articolato in tre direzioni differenti riusciranno a coprire tutte le potenzialità artistiche della città. «La musica che gira intorno...» con la direzione artistica di Beppe Barra e Dj Uncino, punta alla riscoperta totale delle municipalità organizzando rventi musicali capaci di far rivivere le zone “dimenticate””, creando un vero incontro generazionale tra generi e musiche differenti. Tutti i concerti, che si terranno dal 27 luglio all'11 settembre, vedono una stretta collaborazione tra comune e municipalità nel tentativo di creare uno spazio capace di far emergere arte e creatività

Video

La seconda “linea” «Al Parco in armonia», lavorerà principalmente sul teatro, con la direzione artistica di Carlo Faiello. La maggior parte degli eventi (tranne lo spettacolo di Isa Danieli del 7 agosto organizzato al Maschio Angioino) si terranno nella villa comunale di Napoli. «Sarà un modo per “recuperare” e imparare a conoscere i nostri parchi e i nostri luoghi verdi» ha dichiarato a riguardo il sindaco Gaetano Manfredi. Tra teatro, commedia, musica da camera e classica, le aree verdi di Napoli diventeranno palcoscenico di arte e di bellezza. L'ultimo percorso, organizzato da Arteventi Srl, invece è dedicato principalmente alle potenzialità architettoniche e paesaggistiche della città. «Itinerari nelle municipalità» è un progetto che mira a far conoscere a cittadini e ai turisti l' identità storica e culturale dei luoghi, non perdendo, ovviamente le tradizioni e le peculiarità delle singole municipalità. Le visite, a prenotazione obbligatoria (prenotazionevedinapoli@gmail.com) , dureranno tutte due ore e si terranno tra le 17.00 e le 20.00. 

«La rassegna “Vedi Napoli e poi...torni” mette in luce il grande potenziale artistico e culturale del nostro territorio, attraverso una programmazione che mantiene solido il legame con le municipalità promuovendone le tipicità.» ha dichiarato il primo cittadino. «Stiamo lavorando per migliorare tutti i servizi, in modo da favorire ancor di più il turismo» «Stiamo spingendo molto riguardo gli investimenti sui trasporti, in particolare su gomma e metropolitana. Speriamo che per settembre si possano far partire i nuovi treni e prolungare l'orario di attività delle metropolitane.» ha concluso. Un progetto che, quindi, non punta solo all'affermazione di Napoli come singola città ma anche delle sue realtà minori come municipalità, parchi archeologici e comuni limitrofi. Un modo per rendere Napoli ancor più fruibile sia per i turisti che per i cittadini. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA