A Napoli «sfida» tra 100 studenti italiani nel segno del filosofo Vico

Mercoledì 29 Marzo 2017 di Emanuela Sorrentino
Si «sfideranno» nell'esaminare un testo tratto da La Scienza nuova (1744) di Giambattista Vico, ma parteciperanno anche a incontri, conferenze e ad una singolare passeggiata tra i decumani del centro storico sulle tracce del filosofo napoletano. Sono i 100 studenti provenienti da tutta Italia che da domani, giovedì 30 marzo, saranno a Napoli per il Certame Vichiano, il concorso nazionale di filosofia per la diffusione del pensiero di Vico e dei suoi luoghi. L’evento patrocinato dalla Regione e dal Comune, coinvolgerà i ragazzi del quarto e quinto anno delle scuole superiori, provenienti da 25 istituti di tutta Italia che hanno superato già le diverse fasi di selezione.

Al concorso, organizzato dal liceo classico Umberto I di Napoli, dal Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale dell'Università di Salerno, dal Dipartimento di Scienze Giuridiche della Seconda Università di Napoli, dalla facoltà di Lettere dell’Università Suor Orsola Benincasa, dall'Università degli Studi l'Orientale, dall'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, è stato assegnato per il terzo anno la medaglia di rappresentanza del Presidente della Repubblica.

All'evento, presieduto dal  professor Carlo Antonelli, dirigente scolastico del liceo Umberto, parteciperanno in rappresentanza di enti e istituzioni coinvolte Nino Daniele, Raffaele Lettiera, Fiorinda Li Vigni, Marco Russo, Girolamo Imbruglia, Nunzio Ruggiero, Domenico Bianco, Roberto Giovene di Girasole. Anche quest’anno sarà assegnato un quarto premio per ricordare il professor Aniello Montano, recentemente scomparso. Il Certame sarà inaugurato domani alle ore 15.30 al Suor Orsola Benincasa. Il concorso si svolgerà venerdì al liceo Umberto e alle 16.30 da piazza del Gesù partirà la passeggiata “La filosofia nei decumani”. Sabato mattina a Palazzo Serra di Cassano la cerimonia di premiazione. Ultimo aggiornamento: 15:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA