Students lab, in finale una quarta liceale di Napoli

La quarta liceale all'ottava edizione di
di Danilo Capone

0
  • 184
Il 22 e 23 novembre, presso il “Centro Commerciale Euroma 2” di Roma, alla volta della “Competizione Nazionale Students Lab”, fase finale di un percorso scolastico laboratoriale che prende le proprie mosse nel solco della strategia didattica mirante all’alternanza di scuola-lavoro, ci sarà la carica dei diciotto alunni della quarta L del “Liceo Giovanni Battista Vico” di Napoli. Gli studenti campani, vincitori delle precedenti fasi provinciali e regionali come “migliore azienda”, gareggeranno per la sezione “.com”, simulando la costituzione di un’agenzia di comunicazione.

Con la competizione si rivela la complessità laboratoriale del progetto “Students Lab”, ramificato su gran parte del territorio nazionale, diversificato tra il suddetto “.com”, il laboratorio d’impresa “.biz” attraverso il quale gli studenti con il supporto di un trainer e del docente interno pianificano una business idea volta alla creazione di una vera e propria impresa, ed il laboratorio d’innovazione tecnologica “.tech”. Si studiano i processi di innovazione tecnologica per l’ideazione di un prodotto che coniughi l’alto contenuto tecnologico all’aspetto green. In un’ultima istanza, si mira alla promozione della cultura d’impresa e all’etica degli affari.
 
 

Francesco Corona, che con i compagni sarà impegnato nelle giornate di martedì e mercoledì a presentare il proprio lavoro alla giuria, ha raccontato il percorso collettivo, di classe. “A partire dal secondo quadrimestre dell’ultimo anno scolastico siamo stati supportati da un trainer esterno, che di volta in volta durante le ore scolastiche dedicate all’alternanza scuola-lavoro, ci ha illustrato i fondamenti relativi alla costituzione di un’agenzia di comunicazione. Abbiamo lavorato sull’identità della nostra azienda, dandole un nome, realizzando un logo, aprendo una pagina Facebook, stilando un business plan. Svolgevamo essenzialmente attività d’azienda”. Arriva il tempo della competizione. “Dopo aver superato la fase locale, tenutasi agli inizi di maggio presso il centro commerciale Vulcano Buono, come migliore azienda, siamo approdati al turno regionale, svoltosi ad ottobre al centro commerciale Auchan di via Argine. Abbiamo promosso la nostra azienda, proponendo con il business plan un logo ed un video”. Ora, i ragazzi attendono le giornate finali della competizione, lavorando sulla presentazione del proprio lavoro. “Ci siamo rimboccati le maniche”.

Il progetto dunque volge al termine. Le competenze tecniche, acquisite durante le attività di laboratorio, seguono il passo dei precetti scolastici, di natura più teorica. Francesco ci tiene infine a ricordare l’incontro avvenuto, con altri coetanei, col Ministro del Lavoro Poletti, giunto a Napoli l’8 novembre per incoraggiare i giovani partecipanti all’ottava edizione di “Orientasud”. Si è parlato anche di alternanza scuola-lavoro. “Abbiamo raccontato al Ministro, come del resto le altre scolaresche presenti, della nostra esperienza”. Conclude: “Credo che dopo questo lavoro il gruppo classe ne esca molto più unito”.   
Domenica 20 Novembre 2016, 14:54 - Ultimo aggiornamento: 20-11-2016 14:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP