Abusivi in ospedale a Napoli, il manager rimuove il direttore sanitario

di Ettore Mautone

0
  • 63
San Giovanni Bosco senza pace: su proposta del direttore generale della Asl Napoli 1 Ciro Verdoliva scatta la revoca dall'incarico per il direttore sanitario del presidio Vito Rago. Il provvedimento è nero su bianco da alcuni giorni e contiene tutta una serie di contestazioni tecniche e di merito anche riguardo alla custodia dell'area interdetta e sotto sequestro giudiziario dell'ex ristorante e bar. Rago si era insediato nello scorso febbraio a seguito del valzer di poltrone, ai vertici sanitari e amministrativi degli ospedali della Asl, deciso proprio da Verdoliva all'indomani del suo insediamento da commissario dell'azienda sanitaria metropolitana, prima di essere confermato nel ruolo come direttore generale. Contestualmente in quel caso era scattato lo stop all'incarico per il predecessore di Rago, Giuseppe Matarazzo, poi destinatario di un procedimento disciplinare per alcune decisioni assunte nel periodo dell'invasione di formiche in reparti e corsie. Al posto di Rago è stato ora nominato, con un incarico provvisorio, Gennaro Ferraro, proveniente dalla vicedirezione del Loreto Mare in attesa del concorso. Deferimenti al Consiglio di disciplina, sospensioni e sanzioni per medici, infermieri e primari destinatari di contestazioni nonché ricorsi su tali decisioni all'autorità giudiziaria amministrative e penale hanno scandito gli ultimi mesi di gestione del presidio della Doganella finito nell'occhio del ciclone non solo per la questione formiche ma anche nell'ambito dell'inchiesta della Procura sui clan attivi a Napoli nord.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 9 Ottobre 2019, 08:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP