Sì all'accordo Apple-Federico II
da ottobre partono i corsi

ARTICOLI CORRELATI
L'Università di Napoli Federico II ospiterà la prima iOS Developer Academy d'Europa grazie a una partnership con Apple per lo sviluppo di app. L'iniziativa partirà ufficialmente ad ottobre con oltre 200 studenti che parteciperanno al primo anno. Oggi il via ufficiale da parte dell'Università: l'iniziativa era stata annunciata a gennaio dal presidente del Consiglio, Matteo Renzi e da Tim Cook, ceo di Apple. In campo anche la Regione Campania: 7 milioni di euro messi a disposizione dalla giunta De Luca per il finanziamento di 1000 borse di studio per sostenere talenti campani o provenienti da altri paesi, che nel prossimo triennio frequenteranno la “Factory” campana. 

La iOS Developers Academy di Napoli sarà unica in Europa, e terza a livello mondiale con i suoi omologhi in Brasile, e nella sede di Apple a Cupertino in California.Un’operazione che scommette sul futuro, sulla qualificazione del capitale umano e sulla formazione di nuove generazioni di professionisti digitali che possano arricchire il sistema produttivo e tecnologico regionale.
I giovani diventeranno, infatti, agenti di contaminazione e sviluppoper tutto l'ecosistema campano, innestando competenze e ideeimprenditoriali necessarie a incrementare la competitività della nostra Regione.

Gli sbocchi professionali per gli studenti che avranno frequentato l'Academy potranno configurarsi sia nell’innesto nell'offerta di servizi e di competenze delle aziende ICT operanti in Campania che li assumeranno, sia nella creazione distartup digitali presso gli incubatori presenti. 

La presenza di studenti non residenti in Campania o provenienti da altri Paesi impatterà sul livello di internazionalizzazione del tessuto imprenditoriale e professionale della regione in coerenza con le politiche di apertura internazionale e di attenzione al capitale umano messe in atto da questa Giunta. Sempre al fine di favorire la più ampia partecipazione di studenti saranno messi a disposizione posti nelle residenze universitarie presenti a Napoli, oltre a una card dedicata che renderà possibile usufruire di facilities per i trasporti, l’accesso ai musei e altre attività che renderanno l’esperienza nell’Academy integrata con il contesto campano.


«È nostro impegno - ha dichiarato il governatore Vincenzo De Luca - sostenere una strategia di attrazione di talenti così qualificata e di promuovere la contaminazione e l’accoglienza nel nostro territorio. I contesti più competitivi e creativi a livello mondiale si contraddistinguono per tre fattori principali: Tecnologia, Talento e Tolleranza e con questa operazione puntiamo a incrementare tutte queste leve».
 
Giovedì 7 Luglio 2016, 09:41 - Ultimo aggiornamento: 07-07-2016 10:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP