Covid ad Acerra, bidello muore dopo la prima dose di vaccino: sequestrata la salma

Giovedì 11 Marzo 2021 di Pino Neri
La clinica Villa dei Fiori di Acerra

Gli agenti del commissariato di Acerra hanno proceduto al sequestro della salma di Vincenzo Russo, il bidello della scuola Viviani di Casalnuovo morto ieri mattina nella clinica Villa dei Fiori di Acerra dopo aver assunto la prima dose del vaccino Astrazeneca presso il centro vaccinale della Mostra d'Oltremare. Intanto i parenti di Russo hanno sporto denuncia perché vogliono vederci chiaro e quindi ora le autorità stanno procedendo per arrivare all'autopsia.

LEGGI ANCHE La colpa di contagiare: negli ospedali si cura la sindrome dell'untore

L'operatore scolastico aveva assunto la prima dose del vaccino lunedi. «La moglie ci ha riferito - spiegano i sanitari della clinica - che una volta tornato a casa  si è subito sentito male accusando spasmi intestinali e nausea».

Russo soffriva di problemi cardiovascolari. L'anno scorso era stato costretto a rivolgersi alle cure dei medici a causa di una trombosi venosa. 

Video

«A ogni modo - aggiungono i sanitari della clinica Villa dei Fiori - in base alle analisi e agli accertamenti che abbiamo fatto non possiamo ricondurre la morte a complicazioni dovute ai problemi cardiovascolari del paziente. Russo poco prima di morire aveva i globuli bianchi a un livello altissimo ma non aveva nessuna infezione. La sua situazione è precipitata in pochissimo tempo».                        

Ultimo aggiornamento: 10:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA