Alcol ai minori a Napoli, segnalateci i gestori fuorilegge

Domenica 5 Gennaio 2020
Alcol ai minori a Napoli, segnalateci i gestori fuorilegge

Il Mattino scende in campo contro chi, in maniera illegale, vende alcol ai minorenni: bambini che hanno non più di tredici o quattordici anni ai quali vengono serviti drink ad alto tasso alcolico senza alcun problema. Da oggi è possibile segnalare - anche in forma anonima, ma in ogni caso verrà garantita e tutelata la privacy di tutti - i locali nei quali, gestori evidentemente senza scrupoli, non esitano a fare soldi sulla pelle dei ragazzini vendendo loro birra, vino e superalcolici senza alcun limite. L'indirizzo mail a disposizione di quanti - speriamo tanti - vorranno denunciare bar, pub, ristoranti, enoteche e, più in generale, attività commerciali che non rispettano le regole, può farlo scrivendo a lettere@ilmattino.it. Vi invitiamo inoltre a segnalare party, feste a tema e serate danzanti organizzate nelle grandi discoteche della città - dal Vomero a Chiaia passando per Coroglio, Bagnoli e Fuorigrotta - dove, come è ormai fin troppo noto a tutti, si beve fino al coma etilico, oltre all'uso di sostanze stupefacenti. Le segnalazioni che riceveremo a partire da oggi saranno oggetto di inchieste approfondite e servizi giornalistici nell'ambito della campagna stampa che il giornale ha deciso di intraprendere contro la vendita di alcol ai minorenni. Una collaborazione necessaria, quella con i lettori del Mattino, per essere messi al corrente, in tempo reale, dei luoghi a rischio dove gli adolescenti napoletani trascorrono le loro serate gonfiando le tasche di gestori e titolari fuorilegge e distruggendo la loro salute.

Ultimo aggiornamento: 22:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA