Allerta meteo e caditoie ostruite a Napoli: si riunisce
la commissione infrastrutture

Allerta meteo e caditoie ostruite a Napoli: si riunisce la commissione infrastrutture
Giovedì 29 Settembre 2022, 14:34 - Ultimo agg. 17:41
3 Minuti di Lettura

Piove ancora su Napoli e provincia. Nembi grigi continuano a coprire il cielo del capoluogo e sembra non avere fine l'allerta meteo che perdura da diversi giorni in Campania

Strade allagate, inondazioni, ruscellamenti con trasporto di materiali sono stati gli scenari delle ultime ore. La protezione civile invita alla prudenza e sottolinea la possibilità di frane e caduta massi.

Si riunisce oggi la commissione infrastrutture: il tema della riunione sono le tantissime caditoie ostruite in diverse aree della città.

Sono circa 100 mila, infatti, le caditoie esistenti solo a Napoli. Con il presidente Nino Simeone, la commissione infrastrutture, lavori pubblici e mobilità ha incontrato i tecnici di ABC e del servizio ciclo integrato delle acque per discutere della situazione. Un problema che deve prevedere un lavoro concertato e sinergico tra ABC e Asìa, tra le quali verrà siglato a breve un protocollo operativo.

L'accento si è posto sulla necessità di un  cronoprogramma dettagliato degli interventi sul territorio e la necessità di prevedere squadre di pronto intervento in occasione delle allerte meteo, in particolare in prossimità delle scuole, assicurando sempre la pulizia e lo spazzamento delle strade.

I tecnici di ABC, Pasquale Speranza e Paolo Iandolo, hanno illustrato i dettagli degli interventi effettuati, ribadendo il carattere complesso della struttura delle reti fognarie cittadine, che non può risolversi solo con lo spazzamento e la pulizia.

Video

Resta il tema della collaborazione con i cittadini per evitare sversamenti di rifiuti che aggravano la situazione, ma anche quello di una maggiore cooperazione con le municipalità, alle quali ABC ha chiesto di segnalare criticità per programmare interventi, ricevendo però raramente risposta. 

Per l'allerta meteo di oggi la protezione civile richiama i sindaci alla massima attenzione e ricorda che «è pericolo sostare ai piani bassi degli edifici e negli scantinati. In caso di necessità salire ai piani alti dei palazzi». Così, Napoli, si prepara alla tempesta. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA